Version classiqueVersion mobile

Tessitrici di storie

 | 
Enrico Salati
, 
Christiano Zappa

PARTE QUINTA: allegato agli strumenti

Strumenti della ricerca/azione

Enrico Mauro Salati et Cristiano Zappa

Texte intégral

cod_ RA

Strumento

Funzione

Reperito

Adeguato

Ideato in Tessitrici di storie

Da chi

RA 1

Diario di bordo

monitoraggio dell’attività di ricerca

Salati

RA 2

Nota coordinamento tutor

guida per tutor di gruppo R/A

no

no

Salati

RA 3

Il tutor riflessivo

Strumento di lavoro individuale : produzione di testi narrativi con domande-guida

La formulazione di alcune domande-guida inserite nella Tabella trae ispirazione dalle esperienze condotte attraverso il diario narrativo

Zappa

RA 4

Scheda di report conclusivo della parte operativa

Materiale orientativo per tutor

no

no

Salati

RA 5

Schede compilate da ricercattrici (gruppo di Monza)

Valutazioni personali delle insegnanti ricercatrici

No

No

Gruppo Monza/Brianza

Ra 1 Diario di bordo

Monitoraggio dell’attività di ricerca

E.M. Salati

Tipo di informazione

Informazione

Note eventuali

Data, luogo, orario (da – a)

Tipo di attività

chi fa che cosa :

Partecipanti, quali e quanti

educandi, educatori, eventuali atri :

Problemi emersi

dti oggettivi :

valutazione personale

Aspetti significativi

Eventuali provvedimenti da assumere

quali, da chi e perché :

altro (a proprio giudizio) non collocabili nelle caselle precedenti

1Laboratorio di: …………………………………………………………

2Linguaggio prevalente: …………………………………………………………

Ra 2 Nota coordinamento tutor.

Guida per tutor di gruppo della R/A

E.M. Salati

3Quale compito per le tutor? Sostenere la libera creatività delle ricercatrici col:

  • (a) Fornire supporto professionale alla soluzione dei problemi didattici e organizzativi che le ricercatrici dovessero porre (consigliando, ricorrendo allo staff della ricerca, segnalando pubblicazioni adeguate, richiedendo all’AMISM la consulenza di esperti esterni…);
  • (b) Garantire la fedeltà al compito di ricerca dell’attività delle ricercatrici (ricordando obiettivi e vincoli, suggerendo correzioni per una maggior aderenza al progetto di ricerca …).

4I piani di riferimento per il/l’ supporto/accompagnamento delle ricercatrici:

  1. Narrazione: la ricerca vuol rispondere a questa domanda “quale didattica narrativa in un laboratorio di narrazione nella scuola dell’infanzia (di ispirazione cristiana)”. Il titolo potrebbe essere: ”Didattica narrativa nella scuola dell’infanzia: il laboratorio delle storie”;
  2. Laboratorio: metodologia, tecniche e pratiche;
  3. Ricerca/azione: applicazione degli strumenti di rilevazione, analisi dei dati, interpretazione.

5Azione prima per le tutor. Ascoltare le ricercatrici: di che cosa hanno bisogno?

6Azione d’avvio per il coordinamento delle tutor:

  • Costruire uno strumento per guidare la progettazione dei laboratori a livello di scuola;
  • Predisporre uno schema relativo ai compiti del tutoraggio;
  • Formulare indicazioni su come si fa concretamente un laboratorio.

Ra 3 il tutor autoriflessivo

Strumento di lavoro individuale: produzione di testi narrativi con domande-guida

C.Zappa

 

7Azione 1: <Prima di salire a bordo>

8Che cosa l’ha condotta ad aderire?

9Che cosa si aspetta dalla Ricerca?

 

10Azione 2: <Sciogliere gli ormeggi>

11- Quali “ferri del mestiere” ha “imbarcato”?

12- Come ha vissuto la conduzione dei primi contatti con le ricercatrici?

 

13Azione 3: <Tracciare la rotta>

14Quali “manovre” ha dovuto mettere in campo per orientare, suggerire, correggere, mantenere… la traiettoria del laboratorio?

15Quali immagini le vengono in mente, se ri-pensa alla “didattica laboratoriale”?

 

16Azione 4: <Attraversare il laboratorio della narrazione>

17Che cosa le stanno offrendo, nello specifico, i diversi laboratori della narrazione?

18Quali sono le sue riflessioni sulla “didattica della narrazione”?

 

19Azione 5: <Alla fine, l’approdo>

20Che cosa ritiene di aver imparato come tutor?

21Come pensa di valorizzare e diffondere le pratiche della Ricerca nell’ambito della sua vita professionale?

 

RA 4 Scheda di report conclusivo della parte operativa

Per tutor. Materiale orientativo.

E.M. Salati

  • La scheda è orientativa: siccome la rilevazione che il gruppo effettua delle varie esperienze è iniziale e necessariamente affrettata, non si può pensare ad una relazione completa e meditata. Si tratta soltanto di dare un’idea di quel che si è svolto, un’impressione, ancorché non soggettiva, ma risultante dall’interpretazione delle tutor che operano nel gruppo.
  • Si registrano emergenze (particolari, significative), ricorrenze (compaiono più volte).
  • Se una voce della scheda non ha - almeno a questa prima lettura - niente di significativo nelle esperienze attuate, per ora si salta; se vi sono soltanto vaghe impressioni, si registrano, indicandole come tali.

 

22Domanda: Che cosa abbiamo imparato dalla ricerca effettuata a proposito di:

CODICE

Tema generale

Articolazione

Note eventuali

aggiuntive

NARR

Narrazione nella scuola dell’infanzia

NARR 1

Contenuti, tipo di argomenti proposti:

NARR 2

Metodologia e tecniche didattiche utilizzate:

NARR 3

Obiettivi perseguiti e/o conseguiti:

LAB

Laboratorio nella scuola dell’infanzia

LAB 1

Forme di organizzazione prevalenti/ricorrenti:

LAB 2

Metodologia e tecniche utilizzate:

LAB 3

Obiettivi perseguiti:

RA

Ricerca qualitativa (azione, formazione …)

RA 1

Forme di organizzazione prevalenti/ricorrenti:

RA 2

Metodologia e tecniche utilizzate:

RA 3

Obiettivi perseguiti:

EV

Eventuali aspetti significativi rilevati non catalogabili nelle voci precedenti

Ra 5 Schede compilate da ricercatrici.

Valutazioni personali delle insegnanti ricercatrici

(gruppo di Monza)

 

CHE COSA HAI GUADAGNATO DA QUESTA ESPERIENZA?

CHE COSA HAI PERSO?

COS’È CAMBIATO IN TE?

COSA TI ASPETTAVI?

COME VALUTI QUESTA ESPERIENZA?

PUO’ UNA RICERCA AZIONE MODIFICARE QUALCOSA NEL NOSTRO AGITO?

© Editore XY.IT, 2018

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search