Version classiqueVersion mobile

Letterature è formazione

 | 
Daniela Tonolini

3. Capitolo terzo. Percorsi di lettura

3.7 Emilio De Marchi, Carletto in collegio151

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

Emilio De Marchi è un autore che, come scrive Brevini nella introduzione alle Novelle, ha sempre voluto aprire i «casetti curiosi»152 della vita, puntare «su ciò che è più comune, che sta davanti a tutti»153. Un impegno letterario, il suo, giocato «tutto nella scelta della realtà, [...] nel fare i conti con le cose, con la gente, e la sua lingua»154. La quotidianità, il suo tempo, le persone, la parola: questi gli elementi che rendono De Marchi interessante ai fini del presente discorso.

I paragrafi che seguono sono tratti da Carletto in collegio, una breve novella del 1878 dalla trama semplicissima, in cui un conte e una contessa, poco dopo aver lasciato il figlioletto in un prestigioso collegio, cambiano idea grazie all’incontro con una famiglia di contadini. Una novella che trova il suo profondo significato nell’importanza del saper ascoltare le parole altrui e, nello specifico, di chi vive la concretezza della vita. Sulla medesima linea, divengono importanti per il lettore di ogg...

© Editore XY.IT, 2015

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search