Version classiqueVersion mobile

Educazione alla teatralità: il gioco drammatico

 | 
Gaetano Oliva

Capitolo 1. Le origini del gioco drammatico: Jacques Copeau e Lèon Chancerel

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

In tutti gli ambiti sociali ci sono delle anime giovani, ardenti, veri serbatoi di energia. Se le si dirige con lo scoutismo, diventeranno delle forze di bene. Se le si lascia andare al male diventeranno forze di distruzione
Robert Baden Powell

I. Il Progetto educativo di Copeau

L’eredità di Copeau

Jacques Copeau nacque a Parigi nel 1879, iniziò il suo percorso come critico, drammaturgo, poi come attore e regista-pedagogista.

Presto cominciò a collaborare come critico a diverse riviste letterarie e teatrali come la Nouvelle Revue Française (NRF) e questa fu un’attività che esercitò costantemente per tutta la vita.

Copeau, quando iniziò a dedicarsi al teatro, partì da un rifiuto netto del teatro esistente, perché lo considerava affetto da quella malattia che lui chiamava cabotinage ovvero il guittismo, il ciarlatanesimo, l’asservimento a imperativi commerciali che spingeva l’attore a vendersi costantemente alle logiche del mercato. In una conferenza nel 1917, fattore-pedagogista definì il ...

© Editore XY.IT, 2016

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search