Version classiqueVersion mobile

Educazione alla teatralità

 | 
Gaetano Oliva

Capitolo terzo. I linguaggi della comunicazione teatrale

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

I. La Comunicazione

Una premessa

Comunicare significa informare qualcuno rendendolo partecipe di un fatto, di un evento o di un sentimento.

Etimologicamente “comunicare” significa “mettere in comune”, stabilire un rapporto con qualcosa che non ci appartiene, per cui “essere con” implica l’esistenza di una distanza, e la volontà di un legame, che sia però in grado di mantenere quella distanza che consente alla comunicazione di non risolversi in un’identificazione.1

Gli atti comunicativi sono molto frequenti nella vita quotidiana: l’esistenza di ognuno è, infatti, pervasa da relazioni.

Perché avvenga un atto comunicativo, cioè la trasmissione di un messaggio, devono essere presenti diversi elementi: un emittente, un destinatario, un messaggio, un codice condiviso, un contesto e un canale quale mezzo di trasmissione del messaggio. Tutti questi elementi sono da prendere in considerazione ogni volta si voglia produrre un atto comunicativo, anche quando si tratta di comunicare, mediante il tea...

© Editore XY.IT, 2016

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search