Desktop versionMobile version

Teobaldo Ciconi

 | 
Gaetano Oliva

La figlia unica. Commedia

Atto terzo

The HTML, PDF, ePub formats of this book are available to the users of libraries and institutions subscribing to the OpenEdition Freemium program for Books. The book will also be available to buy in PDF and ePub formats on the websites of our partner bookstores. If a print edition of the book is available, links to bookstores will be displayed on this page.

Excerpt

Salone in casa della marchesa Villanis, arredato con lusso. Porta in fondo. Porte laterali. A destra un tavolo contornato da seggioloni. Sul tavolo una gran lucerna a campana opaca accesa, un grande album da fotografie e l’occorrente per scrivere. A sinistra sofà. In fondo due tavolini appoggiati alla parete. Uno di questi serve a sostenere un servizio da thè.

— Scena I —

Marchesa Villanis e Ippolito Grigioni.

(La marchesa Villanis, elegantemente vestita, è seduta a destra presso il tavolino. Ricama. Entra Ippolito dal fondo).

Ippolito: (sull’uscio) Sola?

Marchesa Villanis: (volgendosi) Coi miei pensieri... e colle mie pantofole (mostrando il ricamo).

Ippolito: (avanzandosi) Sarebbe il caso di aggiungere: e coi vostri

rimorsi?

Marchesa Villanis: Sedete. I signori Castellani saran qui a momenti. Quanto ai rimorsi, f indirizzo è sbagliato.

Ippolito: (seduto) Dunque?

Marchesa Villanis: (ricamando) Dunque che?

Ippolito: La vostra ultima parola?

Marchesa Villanis: La mia ultima parola è sempre la pr...

© Editore XY.IT, 2010

Terms of use: http://www.openedition.org/6540

Buy

Print version

amazon.fr
Search OpenEdition Search

You will be redirected to OpenEdition Search