Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Filosofie della natura dopo Schelling

 | 
Iain Hamilton Grant

Postfazione Aforismi sulla filosofia della natura di Grant

Maurizio Ferraris

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

Il mito del dato

La filosofia del Novecento si è caratterizzata per una prevalenza dell’analisi. Quello che c’è, l’ontologia, ci viene detto dalle scienze naturali (singolare definizione, osserva a giusto titolo Grant: ci sono forse delle scienze innaturali?). La filosofia deve limitarsi ad analizzare, a scomporre il già dato, sia esso il linguaggio o la totalità, per ridurre a frammenti, pezzettini, sottigliezze che – passata l’epoca gloriosa della critica delle tronfie vacuità della filosofia tradizionale in Russell, Moore e Wittgenstein – trovano il loro pregio principale nella pazienza che richiedono. Si obietterà che ci sono i continentali, che fanno altro. Ma a giusto titolo Grant definisce questo altro come “eticismo”, il corrispettivo del naturalismo analitico. Gli analitici pensano che la verità sia nella scienza della natura, e definiscono circolarmente la natura come ciò che viene indagato dalle scienze che se ne occupano. I continentali la pensano esattamente come gli ana...