Version classiqueVersion mobile

Postille a Derrida

 | 
Maurizio Ferraris

Parte Terza. Etica, estetica, ermeneutica

1. Note su decostruzione e metodo (1984)

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

Il rimprovero che più frequentemente vien mosso al decostruzionismo consiste in una enfatizzazione della sua infondatezza epistemologica e arbitrarietà metodica: quali sono le basi, e quali gli strumenti dichiarati che animano le analisi decostruttive? In genere, questa accusa ne implica una seconda, che verte sulla fecondità euristica del decostruzionismo: che cosa può scoprire un decostruttore sul piano scientifico? E che cosa insegna in campo pedagogico-istituzionale? Non solo la decostruzione, si dice, è priva di giustificazioni performative (come quelle di cui sono dotate le scienze della natura); ma neppure si serve di un metodo, o di una serie di metodi, falsificabili e trasmissibili, come invece avviene per molte altre scienze dello spirito, che in base a essi giustificano la propria differenza dalla letteratura.

Questi interrogativi potrebbero crescere, per numero e portata. Limitiamoci qui al problema dell’assenza di metodo, perché la decostruzione si caratterizza (in negat...

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search