Version classiqueVersion mobile

Che fare, quando fare, se fare

 | 
Germana Pareti
, 
Antonio G. Zippo

4. Ancor “oltre” la SMA

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

1. Fattori inconsci ma decisivi

Nonostante l’impegno nel prosieguo delle ricerche, era evidente che molti dei problemi lasciati aperti dagli esperimenti di Libet non avevano ancora trovato soluzione e, anzi, con l’evoluzione delle tecniche di neuroimmagini, altre questioni si stavano affacciando sulla scena sperimentale. Tra queste, tre apparivano particolarmente cogenti e non lasciavano indifferenti i neurofisiologi, i quali le affrontarono nel primo decennio del nuovo secolo.

Il “lascito” di Libet poneva sul tappeto i seguenti nodi irrisolti:

  1. l’area motoria supplementare (Sma), nella quale si genera il potenziale di prontezza (Rp), è il sito corticale dove ha origine la decisione di compiere un movimento, o piuttosto questo stadio remoto di preparazione motoria esprime il processo inconscio di preparazione della decisione? Come si può intuire, qui era in gioco un’ulteriore sottigliezza rispetto a quelle già prospettate da Libet, in quanto il ruolo della Sma appariva sotto una luce di...

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search