Version classiqueVersion mobile

L'archetipo cieco

 | 
Federico Vercellone

Civiltà dell’immagine

L’educazione estetica nella civiltà dell’immagine. Ipotesi sul futuro prossimo17

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

Antico e Moderno ovvero organismo contro meccanismo

La modernità reca entro di sé, potente, una segnatura schilleriana. Non a caso Annemarie Gethmann-Siefert ha ravvisato in quella schilleriana la radice più profonda dell’estetica di Hegel. L’arte prefigura infatti per entrambi un’integrazione simbolica di soggetto e mondo così intensa e significativa da proporsi come il centro vivente di una cultura18. Il primato del bello artistico sul bello naturale che viene, in questo contesto, stabilito da Hegel ha poi notevolissime conseguenze, che sono state a più riprese rilevate19. Non ultima fra esse è il fatto che, in questo modo, si fornisce implicitamente alla tecnica artistica un primato inedito.

È un orientamento hegeliano che si riflette profondamente nelle lezioni di Estetica, nelle quali l’idea di una bellezza artistica, e cioè di una bellezza “costruita”, produce un cortocircuito pericoloso, laddove essa rappresenta un vero e proprio vestibolo a quella che è stata poi definita la “...

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search