Version classiqueVersion mobile

L'archetipo cieco

 | 
Federico Vercellone

Dopo l’arte, oltre l’estetica

La morfologia oltre l’estetica. Ricordo di Olaf Breidbach

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

Olaf Breidbach è mancato il 22 luglio 2014. Poche persone sono state in grado, come lui, di compiere un periplo scientifico e filosofico così ampio che è andato dalla biologia, alla storia della scienza, all’estetica senza che si potessero intravvedere in esso crepe o incoerenze. Nato nel 1957 in Renania, egli studiò arte, scienza, filosofia, biologia e paleontologia all’università di Bonn. Ottenne due dottorati, il primo nel 1982, in filosofia, con una tesi dedicata al concetto di organico in Hegel, e un altro in scienze naturali (Dr. rer. Nat.) nel 1984. Negli anni tra il 1985 e il 1987 lavorò come borsista Liebig presso l’università di Colonia. Rientrò quindi a Bonn e fondò un gruppo dedicato agli sviluppi neuronali.

Dal 1995 insegnò come professore ordinario di Storia della Scienza presso l’Istituto di Storia della Medicina, della Scienza e della Tecnica che ha sede nello Ernst-Haeckel-Haus di Jena. Il confronto con Haeckel non poteva che presentarsi come quanto mai fruttuoso non...

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search