Version classiqueVersion mobile

Lusso Comune

 | 
Kristin Ross

L’«esistenza operante» della Comune di Parigi

Sebastiano Taccola

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

Passato! Che parola sciocca! Perché «passato»?
Passato e puro nulla: identità completa.
Questo perpetuo creare, allora, perché?
Per travolgere nel nulla quel che è stato creato?
«È passato» come dobbiamo intenderla,
questa parola? È come non fosse mai stato
eppure s’agita in cerchio, come esistesse.
J.W. Goethe, Faust, vv. 11596-11602

Talvolta si è detto: «la storia è scienza del passato».
A mio parere, non è esatto.
M. Bloch, Apologia della storia o Mestiere di storico

1. Nel Poscritto alla seconda edizione del primo libro del Capitale (un testo redatto nel gennaio del 1873, e cioè a meno di due anni dalla fine della Comune di Parigi), Marx scrisse che, dalla sua prospettiva, non si trattava di «prescrivere ricette […] per le osterie dell’avvenire»1. Immaginarsi, infatti, la struttura di una nuova società futura rischia di rivelarsi una chimera se non viene fatto a partire da un’analisi critica della costituzione dei rapporti presenti e delle condizioni che ne garantiscono la riproducibilità....

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search