Version classiqueVersion mobile

Etica dell'interpretazione

 | 
Gianni Vattimo

Parte seconda. Ermeneutica ed etica

6. La crisi della soggettività da Nietzsche a Heidegger

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

1. Nietzsche, Heidegger e la post-modernità

L’ipotesi da cui qui si parte è che, nella questione della soggettività, vi sia una sostanziale continuità teorica tra Nietzsche e Heidegger; che essi, in qualche modo non generico, dicano «la stessa cosa»; e che riconoscere questa stessa cosa significhi non solo evidenziare vicinanze e analogie di percorsi concettuali, ma inserire tali vicinanze e analogie entro un orizzonte epocale, considerandole modi di svelarsi di un destino che concerne la (nostra) soggettività nell’epoca attuale.

Come si vede, si tratta di una serie di premesse niente affatto «neutrali» e descrittive; se questo è vero per ogni ricerca filosofica, anche la più programmaticamente limitata all’accertamento e narrazione di «dati», vale in modo del tutto speciale per due pensatori come Nietzsche e Heidegger, che (certo in modo analogo a Hegel, ma anche con una differenza di fondo, quanto al tono niente affatto trionfalistico, bensì critico-decostruttivo, del loro discorso)...

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search