Version classiqueVersion mobile

Le corps écrivant

 | 
Fabio Scotto

Parte Quarta. Bernard Noël: il corpo e lo sguardo

Spazi del desiderio e dell’oblio in Bernard Noël

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

La dimensione cronotopica è costantemente presente al lavoro di Bernard Noël, pur se spesso nella sua poesia prevale una dimensione deterritorializzata che ne fa uno spazio verbale nel quale predomina una gnoseologia fondata sulla fisiologia lirica dello sguardo, come da me studiato in precedenza1. Ciò significa che in genere mancano riferimenti topografici precisi geograficamente connotati nella sua scrittura, in essa prevalendo una dimensione astrattiva che li sottrae alla loro referenzialità più immediata per farne luoghi di una geografia interiore e come irrivelabile. Tuttavia si è potuto constatare successivamente un mutamento significativo in tal senso, a partire per esempio dalla raccolta Le Reste du voyage 2, che ha un taglio forse più diaristico anche legato ai continui spostamenti che caratterizzano la sua esistenza. Non di meno la prevalenza nei testi di natura frammentaria di una dimensione meno connotata è funzionale all’intento di creare attraverso la scrittura un vero...

Acheter

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search