Version classiqueVersion mobile

Il dono di Zarathustra

 | 
Emilio Carlo Corriero

4. Del nuovo amore

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

Tutti li miei penser parlan d’Amore
e ànno i·lloro sì gran varietate
ch’altro mi fa voler sua potestate,
altro folle ragiona il suo valore,
altro sperando m’aporta dolzore,
altro pianger mi fa spesse fïate,
e sol s’accordano in cherer pietate
tremando di paura, che è nel core
Dante, Vita nova

Ospitalità

Attraverso il ‘sacrificio del miele’, Zarathustra attira presso la sua caverna offrendo loro ‘ospitalità’ (una relazione, questa, intrinsecamente connessa alle dinamiche del donare) gli ‘uomini superiori’ che ha incontrato nel suo cammino di predicazione. Zarathustra pensa di aver individuato in loro i possibili donatari, egli senz’altro li ritiene degni di ricevere il dono per il quale è disceso dalla sua montagna, ma appare dubbioso circa la loro capacità di ‘rispondere’ adeguatamente alla donazione. Ospitandoli presso di sé, spera di poter realizzare lo scopo insito nel suo dono, ma è al contempo sospettoso circa la loro capacità di accogliere fino in fondo gli effetti della donazione; la s...

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search