Version classiqueVersion mobile

Il dono di Zarathustra

 | 
Emilio Carlo Corriero

3. Per chi splende il sole

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

Had I not seen the Sun
I could have borne the shade
But Light a newer Wilderness
My Wilderness has made

E. Dickinson1

Donatori e donatari

Se rimaniamo sul piano della narrazione dello Zarathustra, l’idea dell’Oltreuomo, dell’Übermensch – inizialmente è questa idea a dominare l’opera e solo successivamente essa viene integrata con l’ipotesi dell’eterno ritorno dell’uguale – è qualcosa che si offre a lui, è un’immagine che gli giunge. Il messaggio rimarrebbe inerte se Zarathustra lo serbasse per sé, anzi ne andrebbe della sua stessa salute, nonché della tenuta dell’immagine dell’Oltreuomo, che si offuscherebbe e si ‘deformerebbe’, come mostra lo specchio del fanciullo nel sogno rivelatore che apre il II libro. Zarathustra è tornato nuovamente sulla montagna in attesa di vedere i risultati della sua ‘semina’ presso gli uomini, ma nel suo nuovo e lungo isolamento realizza quale pericolo corra la sua saggezza:

Che cosa mi ha tanto spaventato in sogno da farmi svegliare? Non era venuto da me un ...

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search