Version classiqueVersion mobile

La legittimità democratica

 | 
Pierre Rosanvallon

III. La legittimità di riflessività

3. Dell’importanza di non essere eletto

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

La difficoltà contromaggioritaria

Government by judges: l’espressione è stata coniata nel 1914 dal Chief justice della Corte suprema della Carolina del Nord. In questa forma originaria, declinata anche in government by judiciary, da circa un secolo ha continuato a essere utilizzata in America per indicare il timore di vedere i principi fondatori della democrazia pervertiti dallo sviluppo delle diverse figure del potere giudiziario. Un libro francese del 1921, Il governo dei giudici, ha introdotto la formula in Europa1. Essa ha conosciuto una rinnovata fortuna a partire dagli anni 1980, nello stesso momento in cui si consolidavano i poteri giudiziari e si sviluppava in quasi tutte le democrazie il ruolo delle corti costituzionali, a fortiori laddove si sgretolava la legittimità dei parlamenti e il sistema dei partiti (il caso italiano è il più emblematico in Europa). La questione dei rapporti tra costituzionalismo e democrazia ha dato luogo, a partire da questo periodo, a una valanga ...

© Rosenberg & Sellier, 2015

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search