Version classiqueVersion mobile

La legittimità democratica

 | 
Pierre Rosanvallon

II. La legittimità di imparzialità

3. L’imparzialità può fare una politica?

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

Imparzialità attiva e imparzialità passiva

Il passaggio da una generalità positiva a una generalità negativa traduce forse un regresso dell’ideale repubblicano-democratico (che rimarrebbe legato all’idea di volontà generale) mentre aumenta invece il ruolo del diritto (che corrisponderebbe all’istituzione di fatto dell’individuo a figura sociale centrale)? Sono questi i termini in cui la questione viene spesso posta e in cui le posizioni si affrontano. È essenziale esaminarla attentamente. La democrazia di imparzialità, bisogna sottolinearlo fin da subito, non può essere ridotta a una semplice componente dello Stato di diritto, anche se partecipa al rifiuto di legare nella forma di una sola potenza sociale il potere, la legge e il sapere. Lo Stato di diritto così come viene concepito di solito, conformemente alla visione liberale, ha in effetti la funzione principale di imporre dei limiti al campo politico, di essere un freno. Possiamo dire che in questo quadro il diritto e la democra...

© Rosenberg & Sellier, 2015

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search