Version classiqueVersion mobile

La legittimità democratica

 | 
Pierre Rosanvallon

Introduzione. Il decentramento delle democrazie

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

La consacrazione popolare dei governanti è per noi la principale caratteristica di un regime democratico. L’idea che il popolo sia la sola fonte legittima del potere si è imposta con la forza dell’evidenza. Nessuno si sognerebbe di contestarla, e nemmeno di rifletterla. «La sovranità non potrebbe essere divisa, riassumeva nel xix secolo un grande repubblicano francese. Tra il principio elettivo e il principio ereditario, bisogna scegliere. Bisogna che l’autorità si legittimi o attraverso la volontà liberamente espressa di tutti o attraverso la volontà supposta di Dio. O il popolo o il papa! Scegliete»1. Rispondere a una tale questione dispensava da ogni argomentazione. E noi siamo rimasti a quel punto. Eppure questo enunciato nasconde un’approssimazione importante, e cioè l’assimilazione pratica della volontà generale all’espressione maggioritaria. Ma ciò non è stato affatto discusso. Che il voto della maggioranza fondi la legittimità di un potere è in effetti stato universalmente r...

© Rosenberg & Sellier, 2015

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search