Version classiqueVersion mobile

Il sogno di Gesù

 | 
Christoph Türcke

Capitolo I. L’inconcepibile svolta: il cristianesimo originario

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

Vaticinium ex eventu

Il cristianesimo si richiama a Gesù. Il che non significa che sia stato Gesù a istituirlo. L’idea di una simile «istituzione», come si vedrà, era lontanissima dalla sua mente, pur essendo indubitabile la funzione catalizzatrice svolta inizialmente da Gesù. Quando egli iniziò la sua vita pubblica nei paraggi del suo paese natale, Nazareth, attorno a lui si raccolse una piccola schiera di seguaci, costituita da un paio di pescatori del lago di Genezareth e da qualche altro che si era unito a loro: parenti, amici, curiosi, avventurieri, disorientati, déracinés… Difficile operare chiare distinzioni. Un seguito di gente semplice, su cui è difficile farsi un’idea precisa, divenne la cassa di risonanza delle parole di Gesù e lo accompagnò nei pochi mesi, o pochi anni, in cui egli percorse la Galilea per salire, infine, a Gerusalemme. Su questa piccola schiera – costituita certamente da più di dodici, ma forse, chissà, da non più di una trentina di persone – le parole e ...

© Rosenberg & Sellier, 2013

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search