Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Didattica duepuntozero

 | 
Alberto Panzarasa

Introduzione e presentazione dell’opera

Alberto Panzarasa

Texte intégral

1La pubblicazione è il frutto di una singolare collaborazione tra una rete di scuole e un gruppo di esperti. Il testo contiene contributi relativi ad alcune tematiche strategiche per far fronte alla crisi del sistema scolastico italiano. Il rapido cambiamento della società e del mondo del lavoro costringono infatti la scuola a ripensarsi per mantenere la sua efficacia. In questo testo sono proposti interessanti contributi sull’innovazione didattica, sull’utilizzo delle tecnologie a scuola, sulle opportunità di crescita legate alle reti di scuole e sulle potenzialità di sviluppo che si possono innescare attraverso processi di collaborazione e condivisione di risorse umane e strumenti.

2Tutto nasce nel 2015 con la costituzione della rete di scuole DidatticaDuePuntoZero (http://www.didatticaduepuntozero.it) per concorrere ad un bando di Regione Lombardia “Formazione Insegnanti Generazione Web”. Con questa iniziativa le scuole che attualmente fanno parte dell’Ambito 30, con l’aggiunta di alcuni Centri di Formazione Professionale, avviano un piano strategico di attività di formazione del proprio personale finalizzata all’integrazione delle tecnologie nella didattica.

3Questa prima esperienza si rivela subito un buon successo: vengono erogati 16 corsi nel territorio pavese e formati circa 400 docenti; il percorso si chiude col primo convegno DidatticaDuePuntoZero nel mese di maggio del 2016. Alcuni contributi di questa pubblicazione prendono proprio spunto da quegli interventi.

4La strada intrapresa continua con una rete più allargata, che copre quasi tutta la provincia di Pavia e nel 2016 consente di organizzare tre percorsi formativi per le nuove figure del Piano Nazionale Scuola Digitale: gli “Animatori Digitali”. Questa attività consente di rafforzare ed allargare la comunità professionale di docenti esperti, avviando la diffusione di esperienze e buone pratiche in tutte le scuole della provincia. Infine, a partire da gennaio 2017, vengono avviati altri 16 nuovi percorsi formativi con un nuovo finanziamento di Regione Lombardia che consente questa volta di approfondire gli aspetti metodologici legati all’utilizzo delle tecnologie nella didattica.

5Personalmente, ritengo che questa raccolta possa essere un utile contributo e stimolo per docenti e dirigenti per una riflessione e un approfondimento su tematiche di attualità per la scuola italiana.