Version classiqueVersion mobile

Il benessere, un percorso multidisciplinare

 | 
Riccardo Bonato
, 
Marianna Nobile

Premessa

Patrizia Borsellino

Texte intégral

1I contributi che il lettore trova raccolti in Il benessere, un percorso multidisciplinare, traggono origine da un’interessante iniziativa che ha visto coinvolti laureandi e, soprattutto, dottorandi, che stanno compiendo il loro percorso formativo, in vista del conseguimento del Dottorato di ricerca, nell’Università di Milano-Bicocca e nell’Università di Bologna. L’iniziativa in questione, promossa dai curatori del volume, Marianna Nobile e Riccardo Bonato, entrambi dottorandi in Scienze giuridiche, nell’ambito del curriculum in Filosofia e Sociologia del diritto dell’Università di Milano-Bicocca, è consistita nella realizzazione, nella prima metà del 2014, di una serie di seminari pensati con l’intento di favorire l’incontro e il confronto di giovani studiosi su un tema, quello del “benessere”, di comune interesse, ma, abitualmente, affrontato da ognuno dall’angolo visuale e con gli strumenti propri del rispettivo ambito disciplinare. Quella di “benessere”, nelle sue diverse articolazioni e specificazioni di benessere fisico, psicologico, sociale, economico, è una nozione che riveste un ruolo centrale nelle riflessioni bioetiche sui modi appropriati dell’erogazione delle cure e sulla preferibilità e fattibilità dei diversi modelli di assistenza sanitaria, così come nelle indagini giuslavoristiche e sociologico-giuridiche sulle ripercussioni, a livello individuale e sociale, dell’organizzazione del lavoro, oppure negli studi sui sistemi tributari in grado di conciliare, al meglio, equità ed efficacia. Ma si tratta di nozione che, soprattutto nell’accezione di benessere sociale, è oggetto di sempre maggiore attenzione anche da parte di matematici impegnati nell’elaborazione di modelli di scelta razionale. I saggi realizzati a partire da alcune delle relazioni presentate nei seminari forniscono uno sguardo d’insieme di alcune tra le più significative prospettive dalle quali il tema del benessere si presta ad essere affrontato, ed appaiono meritevoli di apprezzamento. A renderli tali non sono però solo gli interessanti elementi di analisi che contengono. E’, anche e soprattutto, la circostanza di essere stati realizzati da giovani studiosi disponibili a guardare oltre i confini della propria disciplina, non certo per invadere il campo altrui, ma per poter sempre meglio coltivare il proprio. Una strada, quella del confronto multidisciplinare, nella quale v’è da auspicare che non solo sappiano procedere coloro che, in modo assai promettente, già l’hanno imboccata, ma si incamminino anche coloro che, giovani e soprattutto meno giovani, non sembrano talora capaci di spingere lo sguardo oltre il loro recinto.

Milano, 5 ottobre 2014

© Ledizioni, 2014

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search