Version classiqueVersion mobile

Le Borgate del fascismo

 | 
Luciano Villani

Ringraziamenti

Texte intégral

1La ricerca qui esposta è stata svolta nell’ambito del dottorato in Storia contemporanea che ho seguito presso I’Università di Torino. Ringrazio anzitutto la Prof.ssa Ester De Fort che, per prima, ne ha incoraggiato la pubblicazione, motivandomi e incitandomi di fronte alle prime difficoltà. Gli anni del dottorato sono stati di fondamentale importanza per la mia formazione: di questo sono grato all’intero collegio docenti, in particolare la mia riconoscenza va ai Proff. Aldo Agosti, Stefano Musso, Ester De Fort, Brunello Mantelli, Dora Marucco, Gianni Perona, Giorgio Rochat. Un ringraziamento speciale va al Prof. Vittorio Vidotto che, con pazienza e competenza, ha seguito passo dopo passo l’attività di ricerca, leggendo criticamente il testo in ogni sua parte e suggerendomi importanti piste da percorrere. Sono debitore nei confronti di Fernando Salsano, il cui innovativo studio sugli sventramenti a Roma del 1929-32 ha di certo costituito un passo decisivo all’acquisizione di nuove conoscenze sul tema. Ringrazio la Commissione editoriale del Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Torino che ha giudicato il mio lavoro, il Prof. Bartolo Gariglio per aver letto e apprezzato il dattiloscritto, la Prof.ssa Lidia Piccioni per la sua attenta disamina e le osservazioni critiche sollevate. La ricerca si è avvalsa di fonti documentarie sino ad oggi poco utilizzate conservate dall’Ater. Se ciò è stato possibile lo devo al lavoro di censimento intrapreso dalla Soprintendenza Archivistica del Lazio e all’intervento della Dott.ssa Maria Emanuela Marinelli, cui va tutta la mia gratitudine. Non posso scordarmi dell’aiuto fornitomi dalla Dott.ssa Chiara Lucrezio Monticelli che, nella fase iniziale, mi ha dato una mano ad orientarmi negli archivi delle sedi periferiche dell’Ater. Negli uffici di Lungotevere Tor di Nona ho trovato grande disponibilità, soprattutto da parte di alcuni funzionari, nonché architetti, dell’azienda: tra tutti, ringrazio Alessandro Nocera, con cui per altro si è stretto un cordiale rapporto di amicizia. L’accesso alle carte del XII Dipartimento è stato possibile grazie all’ampia disponibilità concessami dal responsabile dell’archivio, Giacomo Colantoni, che ringrazio assieme all’impiegato Tonino Monti. Sono riconoscente, per il supporto ricevuto, nei confronti del personale impiegato negli archivi e nelle biblioteche in cui ho studiato, in particolare quello dell’Archivio Centrale dello Stato, dell’Archivio Storico Capitolino, del II Dipartimento del Comune di Roma, dell’Ufficio Statistica e Censimento di via della Greca e delle biblioteche Vittorio Emanuele II (Biblioteca Nazionale) e Caetani (Biblioteca di Storia moderna e contemporanea). Suggerimenti e validi aiuti mi sono giunti da altri studiosi e amici: desidero citare Bruno Bonomo e Riccardo Sansone per le riflessioni che hanno saputo stimolare in ogni occasione di confronto e le indicazioni pertinenti; Giulia Strippoli per la generosità con cui ha speso il suo tempo leggendo parti del testo; Riccardo Esposito per il contributo fornitomi sul piano informatico per la realizzazione dei data-base. La mia gratitudine va infine a Donatella Martucci, per i suoi consigli sempre preziosi e per essermi stata vicino. È il mio primo libro, voglio dedicarlo ai miei genitori.

Acheter

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search