Version classiqueVersion mobile

1. Seminario Nazionale di Biblioteconomia

 | 
Gianfranco Crupi

Presentazione

Gianfranco Crupi

Texte intégral

1Il volume raccoglie la maggior parte dei contributi che sono stati presentati e discussi il 30 e 31 maggio 2013, nel corso del primo “Seminario nazionale di biblioteconomia” organizzato, nell’ambito delle attività scientifiche del Dipartimento di Scienze documentarie, linguistico-filologiche e geografiche dell’Università di Roma La Sapienza, da Alberto Petrucciani e Giovanni Solimine, con il patrocinio della Facoltà di Lettere, dell’Associazione italiana biblioteche (AIB) e della Società italiana di scienze bibliografiche e biblioteconomiche (SISBB).

2Il Seminario, che aveva per titolo Didattica e ricerca nell’università italiana e confronti internazionali, voleva essere – nelle intenzioni dei suoi promotori – un’occasione per riflettere e discutere sull’identità disciplinare della Biblioteconomia, sul ruolo che essa riveste nell’attuale assetto normativo, anche in rapporto con le altre discipline, e negli equilibri in verità assai confusi e contraddittori dei corsi di laurea, triennali e magistrali. Inoltre, esso intendeva offrire uno spazio di libero confronto sull’interpretazione che della disciplina e delle sue funzioni viene data nei programmi didattici delle università italiane, dove essa viene impartita, e nelle ricerche assegnate per tesi di qualsiasi tipo e grado. Sono stati perciò chiamati a misurarsi su questi temi e, più in generale, sul rapporto fra formazione, didattica e professione bibliotecaria, docenti e ricercatori di biblioteconomia delle università italiane, ma anche studiosi stranieri, che hanno offerto uno stimolante spaccato comparativo con altre realtà istituzionali e con altre tradizioni culturali e professionali (Stati Uniti, Spagna, Francia, Germania).

3Tuttavia, l’aspetto inedito e rilevante dell’iniziativa – documentato nella seconda parte di questo volume – è consistito soprattutto nella presentazione di una rassegna delle ricerche, svolte da studenti delle discipline biblioteconomiche per le loro tesi di laurea, di dottorato o di master: una rassegna certo non esaustiva, ma ciò nondimeno una campionatura significativa (sono 39 le schede presentate) dei filoni di indagine e di ricerca che sono attualmente più praticati nei nostri atenei; una rassegna, che consente inoltre di associare ambiti di interesse scientifico a specifici centri accademici e universitari.

4Il vivace dibattito, che ha animato le due giornate seminariali, ha consentito – e il presente volume ne è testimonianza – di “sfaccettare” le discipline biblioteconomiche nella stimolante e talvolta provocatoria varietà dei punti di vista culturali, delle prospettive didattiche e di ricerca, delle riflessioni teoriche e delle applicazioni metodologiche. In un contesto istituzionale e normativo in forte evoluzione, che ha istituito strumenti di valutazione nazionale dell’attività e dei prodotti della ricerca, la biblioteconomia italiana ha tentato, nel corso di questo fortunato Seminario, di ridefinire il paradigma della sua identità epistemologica nel fruttuoso confronto con altri domini della conoscenza e con altre pratiche professionali, ma nel solco della sua più nobile tradizione storica e scientifica.

5La consapevolezza della complessità della biblioteconomia contemporanea, chiamata a misurarsi con gli scenari aperti dalla cultura e dalle pratiche del digitale e dunque con un universo documentario sempre più composito e linguisticamente eterogeneo, è per il mondo della ricerca, ancor prima che una sfida, un’opportunità di conoscenza, che gli studiosi e i giovani ricercatori italiani sono pronti a cogliere e ad arricchire con il loro qualificato contributo.

Auteur

© Ledizioni, 2013

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search