Version classiqueVersion mobile

Tipografi, librai ed editori minori per la storia del libro

 | 
Simona Inserra

Bibliografia

Texte intégral

Alessi M. (1998), “Storia e uso di carte decorate nella legatura”, Cab newsletter: conservazione negli archivi e nelle biblioteche, 3, 3: 8-12.

Andria, M. (2008), Biblioteche a Salerno fra Otto e Novecento: spunti per un’indagine, in Cacciatore G. e Rossi L., a cura di, Salerno in età contemporanea, Pratola Serra, Elio Sellino, pp. 263-276.

Angeleri C. (1953), Bibliografia delle stampe popolari a carattere profano dei secoli XVI e XVII conservate nella Biblioteca Nazionale di Firenze, Firenze, Sansoni antiquariato.

Ascarelli F., Menato M. (1989), La tipografia del Cinquecento in Italia, Firenze, Olschki.

Baldacchini L. (2005), “Un parente povero del peritesto: la copertina tipografica”, Paratesto, 2: 39-51.

Baldacchini L. (2008), Alla ricerca di copertine tipografiche del Settecento. Dalla raccolta Bertarelli alle biblioteche, in Santoro M., Sestini V., a cura di, Testo e immagine nell’editoria del Settecento, atti del convegno internazionale (Roma, 26-28 febbraio 2007), Pisa-Roma, Fabrizio Serra, pp. 290-300.

Baldacchini L. (2019), Il libro antico: storia, diffusione e descrizione, Roma, Carocci

Barber G. (1992), Brochure, cartonnage, reliure. The provisional protection of print in the later eighteenth century, in Hobson M., Leigh J.T.A, Wokler. R., a cura di, Rousseau and the eighteenth century: essays in memory of R. A. Leigh, Oxford, Voltaire Foundation at the Taylor Institution.

Barberi F. (1990), Il libro italiano del Seicento: aggiornamento della bibliografia dei tipografi, editori e librai a Roma nel Seicento, Lorenzo Baldacchini, a cura di, Manziana, Vecchiarelli.

Barbieri E. (2014), “Cristoforo da Milano detto Stampone, libraio-editore nella Venezia del Cinquecento (prime rilevazioni)”, Gutenberg Jahrbuch, 89: 171-183.

Becker R. (2001), Giovannelli Giovanni Andrea in Dizionario Biografico degli Italiani, sub voce.

Bellettini P. (1991), “Gli anni ravennati della stamperia Dandi (1694-1698)”, Studi secenteschi, XXXII: 270-313.

Bellettini P. (1993), “Stampare in provincia: le tipografie romagnole nel XVII secolo”, La Bibliofilia: rivista di storia del libro e di bibliografia, XCV, 3: 271-301.

Bellettini P. (1998), “La stamperia camerale di Bologna”, La Bibliofilia: rivista di storia del libro e di bibliografia, XC: 21-53.

Bernicoli S. (1935), Librai e tipografi in Ravenna a tutto il secolo XVI, Bologna, Cooperativa tipografica Azzoguidi.

Bernstein J.A. (2001), Print Culture and Music in Sixteen-Century Venice, Oxford, Oxford University Press, pp. 163-164.

Bersano Begey M., Dondi G. (1961-1966), a cura di, Le cinquecentine piemontesi, Torino, Tipografica torinese editrice, I, pp. 404, 489, 491, 515.

Bertarelli A., Prior D. H. (1902), Gli ex libris italiani, Milano, Ulrico Hoepli.

Bima A. (1998), “Copertine tipografiche editoriali del ’700 in Piemonte”, Bibliofilia subalpina. Quaderno 1998, Torino, Centro studi piemontesi, pp. 81-89.

Bima A. (2009), “Carte decorate nella legatoria piemontese del Settecento”, Bibliofilia subalpina. Quaderno 2009, Torino, Centro studi piemontesi

Bonani V. (1998), “La più antica Biblioteca Provinciale d’Italia”, in La provincia di Salerno, 3: 24-32.

Bonani V., Leone W., Sacco S., Romito M., a cura di (2000), La Biblioteca Provinciale: la storia, le fonti, le raccolte, Salerno, Provincia, Settore beni culturali musei e biblioteche, Biblioteca provinciale.

Brusegan M. (1997), Bordogna Sigismondo, in Dizionario dei tipografi e degli editori italiani. Il Cinquecento, diretto da Marco Menato, Ennio Sandal, Giuseppina Zappella. Milano, Editrice Bibliografica, vol. I (A-F), sub voce.

Bertoli G. (1995), “Nuovi documenti sulla attività di John Wolf a Firenze (1576-1577), con alcune considerazioni sul fenomeno delle stampe popolari”, Archivio storico italiano, 153, 3: 577-589.

Bima A. (1998), Copertine tipografiche editoriali del ’700 in Piemonte, in Bibliofilia Subalpina. Quaderno 1998, Torino, Centro studi piemontesi, pp. 81-89.

Bima A. (2009), Bima A. (2009), Carte decorate nella legatoria piemontese del Settecento, in Bibliofilia subalpina. Quaderno 2009, Torino, Centro studi piemontesi, pp. 13-39.

Blum R. (1951), La biblioteca della Badia fiorentina e i codici di Antonio Corbinelli, Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana.

Boemi G. (1931), “G. C. e la prima stamperia in Catania (1562), Rivista del Comune di Catania, 4: 17-23.

Bonifacio A. (1977), Gli annali dei tipografi messinesi del Cinquecento, Vibo Valentia, Grafica Meridionale.

Bosco S., Rapisarda A., a cura di (2007), Pell’utile e ‘l servigio del publico studioso: nel 250. della Biblioteca universitaria, Palermo, Regione siciliana, Assessorato ai Beni culturali, ambientali e della pubblica istruzione.

Boselli A. (1931), Cenni di storia tipografica della Sicilia, in Atti del primo Congresso mondiale delle biblioteche e di bibliografia Roma-Venezia 15-30 giugno 1929, a cura del Ministero dell’Educazione Nazionale (Direzione generale delle Accademie e biblioteche), Roma, Libreria dello Stato, pp. 186-199.

Buschbell G. (1910), Reformation und Inquisition in Italien und die Mitte des XVI Iahrhunderts, Pederborn, Ferdinand Schöningh.

Carcereri L. (1910), “Cristoforo Dossena, Franceso Linguardo e un Giordano, librai, processati per eresia a Bologna (1548)”, L’Archiginnasio, V: 177-192.

Carcereri L. (1910), Giovanni Ferro bolognese processato per eresia, L’Archiginnasio, V: 224-227.

Caroselli F. (2013), “La legatura del libro antico tra arte e documento”, Bibliothecae.it, 2, 2: 187-211.

Casagrandi V. (1919), Cenni storici sulla Società di storia patria per la Sicilia orientale 1903-1919, Catania, Giannotta.

Casalis G. (1848), Dizionario geografico storico statistico commerciale degli stati di S. M. il Re di Sardegna, v. XVII, Torino, Maspero e Marzorati.

Casanova C. (1981), Comunità e governo pontificio in Romagna in età moderna, Bologna, CLUEB.

Castorina P. (1890), “I tipografi e le tipografie esistenti in Catania dall’origine della stampa fino ai nostri giorni”, Il Bibliofilo, a. 40, 8-9: 128-130.

Catalano M. (1934), Storia dell’Università di Catania dalle origini ai nostri giorni, Catania, Tip. Zuccarello & Izzi, pp.

Cerenza F. Jr. (2000), “Francesco Cerenza (1795-1885)”, in Rassegna storica salernitana, 33, XVII, 1 (giugno): 231-243.

Chiaudano M. (1930), I lettori dell’Università di Torino ai tempi di Carlo Emanuele I, in Carlo Emanuele I. Miscellanea, Casale Monferrato, Stab. Tip. di Miglietta, Milano e C. Succ. Cassone.

Cibrario L. (1859), Dei governatori, dei maestri e delle biblioteche de’ Principi di Savoia fino ad Emmanuele Filiberto e d’una enciclopedia da questo principe incominciata, Torino, dalla Stamperia Reale.

Cioni A. (1961), Bibliografia delle sacre rappresentazioni, Firenze, Sansoni antiquariato.

Cioni A. (1963), Baleni Giovanni, in Dizionario Biografico Italiano, sub voce.

Cioni A. (1971), Bordogna Sigismondo in Dizionario Biografico degli Italiani, sub voce.

Claretta G. (1880), “I marmi scritti di Torino e Suburbio”, Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino, IV: 341.

Claretta G. (1878), “Sui principali storici piemontesi e particolarmente sugli storiografi della r. casa di Savoia, memorie storiche, letterarie e biografiche”, Memorie della Reale Accademia delle scienze di Torino, Serie II, Tom. 30 e 31: 237.

Classi 3a e 5a Liceo Scientifico «G. Perlasca» di Idro, coordinatore prof. Severino Bertini, “Libri proibiti. Uno stampatore lonatese nelle mani dell’Inquisizione”, Misinta, 46: 25-30.

Colucci R. (1870), Cenni biografici di Gaetano Nobile, Firenze, Tipografia Cenniniana.

Condorelli M. (1975), Francesco Emanuele Cangiamila, in Dizionario Biografico degli italiani, sub voce.

Cordaro Clarenza V. (1833), Osservazioni sopra la storia di Catania cavate dalla storia generale di Sicilia, Catania, Salvatore Riggio.

Covino L. (1998), Stampa e burocrazia in una supplica degli stampatori napoletani del 1786, in Rao A. M., a cura di, Editoria e cultura a Napoli nel XVIII secolo, atti del convegno organizzato dall’Istituto Universitario Orientale, dalla Società italiana di studi sul secolo XVIII e dall’Istituto italiano per gli studi filosofici 8 Napoli, 5-7 dicembre 1996), Napoli, Liguori, pp. 427-445.

Cusumano N. (2015), “Di ricche librerie forniti, o non sanno, o non ne vogliono giovarsi. Note su cultura, editoria e circolazione libraria in Sicilia (secc. XVIII-XIX)”, Mediterranea. Ricerche storiche, 35: 629-650.

Cusumano N. (2016), Libri e culture in Sicilia nel Settecento, Palermo, New Digital Press.

D’Ancona A. (1872), Sacre rappresentazioni dei secoli XIV, XV, e XVI, Firenze, Le Monnier.

Dall’Olio G. (1999), Eretici e inquisitori nella Bologna del Cinquecento, Bologna, Istituto per la storia di Bologna.

Dall’Olio G. (2005), Linguardo, Francesco, in Dizionario Bibliografico degli Italiani, sub voce.

De Bartholomaeis V. (1943), Laude drammatiche e rappresentazioni sacre, Firenze, Le Monnier.

De Batines C. (1852), Bibliografia delle antiche rappresentazioni italiane Sacre e Profane stampate nei secoli XV e XVI, Firenze, per la Soc. Tipografica, (rist.: Milano, Bombelli, 1958).

De Gregory G. (1820), Istoria della Vercellese letteratura ed arti. Parte seconda, Torino, Tipografia Chirio e Mina.

De Grossis G. B. (1647), Catanense decacordum sive novissima Sacrae Catanensis Ecclesiae notitia, Catania, Giovanni Rossi.

De Pasquale A. (2004), “La catalogazione delle pubblicazioni minori antiche in SBN”, Biblioteche oggi, XXII, 7: 34-56

Descrizione della città di Napoli e delle sue vicinanze divisa in XXX giornate, opera corredata di figure intagliate in legno sia per dilucidazione delle cose narrate e sia per ricordo delle cose vedute (1855), Napoli, Nobile.

Emanuele e Gaetani F. M. (1754-59), Della Sicilia nobile, Palermo, Stamperia de’ Santi Apostoli in piazza Vigliena, per Pietro Bentivegna.

Enrico L. (1983), Bandi politici e campestri della città di Saluzzo, relatore prof. G. S. Pene Vidari, Torino, Università di Torino.

Evola F. (1878), Storia tipografico-letteraria del secolo XVI in Sicilia con un catalogo ragionato delle edizioni in essa citate, Palermo, Stabilimento tipografico Lao.

Evola N. D. (1940), Ricerche storiche sulla tipografia siciliana, Firenze, Olschki.

Fantinato M. (2007), Le carte decorate Remondini: tecniche, storia e caratteristiche di produzione, in Museo Remondini: guida, Bassano del Grappa-Cittadella, Comune di Bassano del Grappa, Biblos Edizioni, pp. 49-58.

Fantinato M. (2007), Le carte decorate in Milano A., Fantinato M., Remondini, Bassano del Grappa, Tassotti, pp. 45-58.

Fioravanti F. (2005), Annali della tipografia cesenate 1495-1800, Manziana, Vecchiarelli.

Foot M. M. (2000), La legatura come specchio della società, Milano, Sylvestre Bonnard.

Frajese V. (1992), Regolamentazione e controllo delle pubblicazioni negli antichi stati italiani (secc. XV-XVIII), in Cavaciocchi, S. a cura di, Produzione e commercio della carta e del libro secc. XIII-XVIII, Firenze, Le Monnier.

Gabotto, F. (1889), “La giovinezza di Carlo Emanuele I di Savoia nella poesia e negli altri documenti letterari del tempo”, Giornale Ligustico, XVI: 3-30.

Galletti M. (2017), Preliminari allo studio della presenza femminile nella proto-industria tipografica ed editoriale italiana. Milano tra il XVI e il XVII secolo in Nepori F., Sabba F., Tinti P., a cura di, Itinerari del libro nella storia. Per Anna giulia Cavagna. A trent’anni dalla prima lezione, Bologna, Patron Editore, pp. 145-156.

Gani M. (1993), Carte decorate, Modena, Panini.

Giarrizzo G. (2018), Per la saga dei Biscari. Col Museo la Biblioteca in Alberghina M. (2018), a cura di, Le biblioteche di privata lettura di principi, cavalieri e accademici gioeni (Biscari, Gioeni, Scuderi, Alessi, Sammartino, Maddem, Riggio), Catania, Maimone, pp. 61-199

Giuliani C. (1997), Cavazza Cesare, in Dizionario dei tipografi e degli editori italiani. Il Cinquecento, diretto da Marco Menato, Ennio Sandal, Giuseppina Zappella, Milano, Editrice Bibliografica, vol. I (A-F), sub voce.

Giuliani C. (1997), Corelli Girolamo, in Dizionario dei tipografi e degli editori italiani. Il Cinquecento. Milano, Editrice Bibliografica, sub voce.

Giuliani C. (1998), La stampa a Ravenna nel XVI secolo: i primordi, in Baldacchini Lorenzo e Manfron Anna, a cura di, Il libro in Romagna: produzione, commercio e consumo dalla fine del secolo XV all’età contemporanea: convegno di studi, Cesena, 23-25 marzo 1995, Firenze, Olschki, vol. I, pp. 179-197.

Giuliani C. (2013), Giovannelli Pietro, in Dizionario degli editori, tipografi, librai itineranti in Italia tra Quattrocento e Seicento, Pisa-Roma, Fabrizio Serra, vol. II, sub voce.

Giuliani C. (2013), Tebaldini Francesco, in Dizionario degli editori, tipografi, librai itineranti in Italia tra Quattrocento e Seicento, Pisa-Roma, Fabrizio Serra, vol. III, sub voce.

Giustiniani L., a cura di (1803-1808), Nuova collezione delle Prammatiche del regno di Napoli, Napoli, nella stamperia Simoniana.

Grillo, M. (1978), “Salvatore Maria Di Blasi e gli Opuscoli di autori siciliani”, Archivio storico per la Sicilia orientale, 76: 739-759.

Guidotti A. (1985), Indagine su botteghe di cartolai e miniatori a Firenze nel sec. XV in La miniatura italiana tra gotico e rinascimento, Firenze, Olschki. Atti del II congresso di storia della miniatura italiana (Cortona, 24-26 settembre 1982) Firenze, Olschki, pp. 473-507.

Infelise M. (1990), I Remondini in Infelise M., Marini P., a cura di, Remondini. Un editore del Settecento, Milano, Electa, pp. 19-27.

Infelise M. (2007), Manuzio, Aldo, il vecchio, in Dizionario Biografico degli Italiani, Roma, sub voce.

Infelise M., Marini P., a cura di (1992), L’editoria del ‘700 e i Remondini, atti del Convegno (Bassano, 28-29 settembre 1990), Bassano del Grappa, Ghedina & Tassotti.

Inserra S. (2019), “Simone Trento tipografo tra Siracusa, Catania e Caltagirone. Note sul paratesto di alcune edizioni catanesi”, Paratesto, 16: 143-152.

Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche (1999), Guida alla catalogazione di bandi, manifesti e fogli volanti, Roma, ICCU.

Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche (2006), Inter omnes. Contributo allo studio delle marche dei tipografi e degli editori italiani del XVI secolo, Roma, ICCU.

Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche (2016), Guida alla catalogazione in SBN: materiale antico. Roma, ICCU.

Kristeller P. (1897), Early Florentine woodcuts. With an annotated list of Florentine books, London, Kegan Paul, Trench, Trübner & Co (rist. anast.: London, Holland Press, 1968).

Lewis M. S. (2005), Antonio Gardano Venetian Music Printer, 1538-1569. A descriptive bibliography and historical study, vol. III, New York, Routledge, pp. 355-385.

Ligresti D. (1978), La biblioteca del principe di Biscari: Ignazio Paternò Castello erudito del Settecento, Catania, Società di storia patria per la Sicilia Orientale.

Lonardi G. (2019), Le collezioni bibliografiche dei duchi di Savoia. Profilo storico e storiografico, in Varallo F., Vivarelli M., a cura di, La Grande Galleria. Spazio del sapere e rappresentazione del mondo nell’età di Carlo Emanuele I di Savoia, Torino, Carocci, pp. 321-343

Luise F. (2008), Mazzola Vincenzo, in Dizionario biografico degli italiani (DBI), Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, sub voce.

Macchi F., Macchi L. (2002), Dizionario illustrato della legatura, Milano, Sylvestre Bonnard, 2002.

Mangili R. (1978), Carta segno colore nello smercio del sapere, in Le carte decorate nella legatoria del ‘700 e della prima metà dell’800, mostra organizzata dal Comune di Bergamo, Assessorato alla Pubblica Istruzione, Biblioteca civica A. Mai., Bergamo, Palazzo della Ragione, pp. 9-30.

Marini P. (1990), Le carte decorate in Remondini. Un editore del Settecento, a cura di Infelise M., Marini P., Milano, Electa, pp. 96-102.

Marks P. J. M. (2015), An anthology of decorated papers: a sourcebook for designers, London, Thames & Hudson.

Maugeri M., a cura di (1872), La Biblioteca universitaria di Catania: cenni storici e statistici, Catania, Stab. tip. di C. Galatola.

Mazzatinti G. (1988), Gli Archivi della Storia d’Italia vol. I/II. (Rist. anast. Hildesheim, Olms).

Menato M., Sandal E. Zappella G., diretto da (1997), Dizionario dei tipografi e degli editori italiani. Il Cinquecento, Milano, Editrice Bibliografica.

Milano A. (1989), La produzione e il commercio delle carte decorate in Milano A., Villani E., a cura di, Raccolta Bertarelli: le carte decorate, Milano, Electa, pp. 15-24.

Milano A., Fantinato M. (2007), Remondini. Le stampe. Le carte decorate Bassano del Grappa, Tassotti.

Mira G. M. (1861-1862), Manuale teorico-pratico di bibliografia, Palermo, Stamperia Piola e Tamburelli.

Mira G. M. (1875), Bibliografia siciliana ovvero Gran dizionario bibliografico, Palermo, Ufficio tip. diretto da G. Gaudiano.

Mongitore A. (1708), Bibliotheca Sicula, Palermo, Bua.

Montecchi G. (1986), Autori ravennati ed editoria tra XV e XVI secolo, in Bolognesi D., a cura di, Ravenna in età veneziana, Ravenna, Longo.

Montecchi G. (2001), Il rinnovamento grafico di Giambattista Bodoni, in Itinerari bibliografici: Storie di libri, di tipografi e di editori, Milano, FrancoAngeli, pp. 58-86.

Mugnos F. (1647), Teatro Genealogico delle famiglie nobili titolate feudatarie ed antiche nobili, Palermo, Pietro Coppola.

Muletti D. (1831), Memorie storiche e diplomatiche appartenenti alla città e ai Marchesi di Saluzzo, Saluzzo, Lobetti Bodoni.

Napoli M. C. (1995), “Per una storia della censura a Napoli in età borbonica”, La Fabbrica del Libro, I, 1: 9-11.

Napoli M. C. (2002) Letture proibite. Censura dei libri nel Regno di Napoli in età borbonica, Milano, FrancoAngeli.

Narbone A. (1852-63), Istoria della letteratura siciliana, Palermo, Stab. tip. Carini.

Naselli C. (1931), “Istituti italiani di cultura: la Società di storia patria per la Sicilia orientale”, L’Italia che scrive, 14: 102.

Nova G. (2000), Stampatori, librai ed editori bresciani in Italia nel Cinquecento, Brescia, Fondazione Civiltà Bresciana.

Oliva G. (1911), “L’arte della stampa in Sicilia nel secolo XV e XVI”, Archivio Storico per la Sicilia orientale, 8, fasc. I-III: 82-131, 359-407.

Orlando D. (1851), Biblioteca di antica giurisprudenza siciliana, Palermo, P. Morvillo.

Panetta S., a cura di (a. a. 2019-2020), Guida al patrimonio documentario della Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana, disponibile alla URL:<https://www.lincei.it/sites/default/files/documenti/Biblioteca/Guida_patrimonio_documentario_ver2019_20.pdf>.

Parlavecchia R. (2019), All’origine della Biblioteca provinciale più antica d’Italia, in Inserra S., a cura di, Memorie di carta. Archivi, biblioteche documenti, libri e lettori dal nord al sud Italia, Milano, Ledizioni, pp. 155-168.

Parlavecchia R. (2020), I libri e la biblioteca del Collegio della Compagnia di Gesù a Salerno, in Ead. e Zito P., a cura di, Scaffali come segmenti di storia. Studi in onore di Vincenzo Trombetta, Roma, Quasar, pp. 173-181.

Parlavecchia R. (2020), La Biblioteca provinciale di Salerno, in Di Domenico G., Galante M. e Pontrandolfo A., a cura di, Opulenta Salernum. Una città tra mito e storia, Roma, Gangemi, pp. 289-294.

Paternò Castello F. (1841), Descrizione di Catania e delle cose notevoli ne’ dintorni di essa, Catania, per Pietro Giuntini.

Pennisi S. (2014), Primo supplemento al catalogo delle opere a stampa delle città di Acireale, Aci Catena ed Aci S. Antonio dal XVII secolo al 1817, Acireale, Galatea.

Petrella G., “Studenti di Idro, scopritori di una storia dimenticata”, Giornale di Brescia, 13 marzo 2017: 25.

Petrucci A. (1979), Alle origini del libro moderno. Libri da banco, libri da bisaccia, libretti da mano, in Petrucci A., a cura di, Libri, scrittura e pubblico nel Rinascimento: guida storica e critica, Roma-Bari, Laterza, pp. 139-156.

Petrucci Nardelli F. (1989), La legatura italiana. Storia, descrizione, tecniche XV-XIX secolo, Roma, NIS.

Petrucciani A. (2002), Viola, Orazio in Dizionario bio-bibliografico dei bibliotecari italiani del XX secolo, Roma, AIB, disponibile alla URL: <https://www.aib.it/aib/editoria/dbbi20/viola.htm>.

Petrucciani A. (2005), Il pubblico di una biblioteca privata: da un registro di prestiti tra Ancien Régime ed età napoleonica, in Nuovo A., a cura di, Biblioteche private in età moderna e contemporanea. Atti del convegno internazionale (Udine, 18-20 ottobre 2004), Milano, Sylvestre Bonnard, 2005.

Pezzati S. (2004), Carta decorata. Storia e tecniche artigianali, Firenze, Edifir.

Picco L. (1983), Le tristi compagne di una città in crisi. Torino 1598-1600, Torino, Giappichelli.

Pickwoad N. (1994), Onward and Downward: how binders coped with the printing press before 1800, in Myers R., Harris M, a cura di, A millennium of the book. Production, design and illustration in manuscript and print, 900-1900, Delaware, Oak Knoll Press, pp. 61-107.

Pirovano F. (1832), La torre del pizzo in gi: almanacco dilettevole per l’anno bisestile 1832, contenente una breve descrizione delle cose che meritano di essere osservate dal forestiere nella r. città di Pavia e suoi dintorni, Pavia, Fusi.

Quilici P. (1992), Storia e tipologia della legatura italiana: dalle origini al secolo XVIII, Roma, L’officina tipografica.

Quilici P. (1994), “Le carte decorate nella legatura. Secoli XVI-XVIII”, Bollettino dell’Istituto Centrale per la Patologia del Libro, 44-45 (1990-1991): 229-250.

Quilici P., a cura di (1995), Legature antiche e di pregio dal XIV al XVIII secolo, Roma, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

Rao A. M. (1990), “La stampa francese a Napoli negli anni della Rivoluzione”, Mélanges de l’École française de Rome. Italie et Méditerranée, 102, 2: 469-520.

Rao A. M. (1996), “Libri, editoria e cultura a Napoli nel XVIII secolo”, La Fabbrica del Libro, II, 1: 6-9.

Rao A. M., a cura di (1998), Editoria e cultura a Napoli nel XVIII secolo, atti del convegno organizzato dall’Istituto Universitario Orientale, dalla Società italiana di studi sul secolo XVIII e dall’Istituto italiano per gli studi filosofici (Napoli, 5-7 dicembre 1996), Napoli, Liguori.

Raschieri A. A. (2015), “Edizioni virgiliane nel Cinquecento piemontese”, Bollettino storico-bibliografico Subalpino, CXIII (primo semestre): 137-146.

Repici G. (1997), Cumia Giuseppe, in Dizionario dei tipografi e degli editori italiani: il Cinquecento, Milano, Ed. Bibliografica, sub voce.

Recupero G. (1815), Storia naturale e generale dell’Etna, Catania, dalla stamperia della Regia Università degli studi.

Ricca A. (2013), Bordogna Sigismondo, in Dizionario degli editori, tipografi, librai itineranti in Italia tra Quattrocento e Seicento, Pisa-Roma, Fabrizio Serra, sub voce.

Ricci C. (1886), Le librerie e le stamperie di Ravenna nel secolo XVI, Bologna, Società Tipografica già Compositori.

Rickards, M. (2000), The encyclopedia of ephemera. A guide to the fragmentary documents of everyday life for the collector, curator, and historian, New York, Routledge.

Rosso C. (1992), Una burocrazia di antico regime. I segretari di Stato dei duchi di Savoia, I, 1559-1637, Torino, Deputazione subalpina di storia patria.

Rozzo U. (1993), Linee per una storia dell’editoria religiosa in Italia: 1465-1600, Udine, Arti grafiche friulane.

Ruffini G. (1996), “Circolazione di libri tra Genova e Spagna. La biblioteca di S. Anna in Genova”, Quaderni Franzoniani, 2: 577-625.

Savio, C. F. (1928), Saluzzo. Storia dal 1635 al 1730, Saluzzo, Mortara.

Scannapieco E. (2001), “La Biblioteca Provinciale di Salerno. Una storia da riscrivere”, in Rassegna Storica Salernitana, n. 36, XVIII 2, (dicembre): 203-207.

Scannapieco E. (2005), “Decadenza e rinascita: gli ultimi vent’ anni della Biblioteca provinciale di Salerno”, in Rassegna storica salernitana, 44, XXII 2, dicembre: 186-214.

Schiavo D. (1756), Memorie per servire alla Storia letteraria di Sicilia, Palermo, nella stamperia de’ SS. Apostoli per Pietro Bentivenga.

Sestan E., Adriani M., Guidotti A. (1982), La Badia fiorentina, Firenze, Cassa di risparmio di Firenze.

Sestini V. (2015), Donne tipografe a Messina tra XVII e XIX secolo, Pisa-Roma, Fabrizio Serra.

Sorice R. (1995), “Una controversia universitaria nello Studio catanese alla fine del secolo XVI”, Rivista Internazionale di Diritto Comune, 6: 251-279.

Sorice R. (1998), “Giuseppe Cumia giurista siciliano del secolo XVI”, Rivista Internazionale di Diritto Comune, 9: 141-163.

Società storica Pro Iulia Dertona, a cura di (1977), Guida di Tortona e del tortonese, Tortona, Cassa di risparmio.

Tesauro E. (1657), Istoria della venerabilissima Compagnia della fede catolica, sotto l’invocazione di san Paolo nell’augusta città di Torino, In Torino, per Gio. Sinibaldo stampator regio e camerale.

Testaverde A.M., Evangelista A.M. (1988), Sacre rappresentazioni manoscritte e a stampa conservate nella Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, Firenze-Milano, Giunta regionale toscana - Editrice Bibliografica.

Tomasina G. P. (2001), “All’uso di Francia”: dalla moda all’industria: carte decorate, papier peint e tessile stampato nel sec. XVIII: la bottega di Bertinazzi, Bologna, Patron.

Tornabene F. (1839), Storia critica della tipografia siciliana dal 1471 al 1536, Catania, dai torchi della R. Università degli studi per Salvatore Sciuto.

Toschi P., a cura di (1969), Sacre rappresentazioni toscane dei secoli XV e XVI, Firenze, Olschki, (rist. anast.).

Tosto S. (1839), “Notizia su la esistenza di una tipografia in Catania anteriore anni 60 alla stampa del Sinodo di M. Torres eseguita in Militello 1623”, Giornale del Gabinetto letterario dell’Accademia Gioenia di Catania: 58-75.

Tripodi S. (2015-2016), La società De Paoli - Giovannelli stampatori ravennati (1618-1648), relatore prof. Lorenzo Baldacchini, correlatore prof.ssa Lucia Sardo, Università di Bologna, a. a. 2015/2016.

Turchini A. (2006), La legazione di Romagna e i suoi archivi, secoli XVI-XVIII, Cesena, Il Ponte Vecchio.

Tomasina G. P. (2001), “All’uso di Francia”: dalla moda all’industria: carte decorate, papier peint e tessile stampato nel sec. XVIII: la bottega di Bertinazzi, Bologna, Patron.

Trombetta V. (2002), Storia e cultura delle biblioteche napoletane: librerie private, istituzioni francesi e borboniche, strutture postunitarie, Napoli, Vivarium.

Trombetta V. (2008), L’editoria napoletana dell’Ottocento. Produzione, circolazione, consumo, Milano, FrancoAngeli.

Vallauri T. (1846), Storia delle Università degli studi del Piemonte, Torino, Stamperia Reale.

Varallo F. (2008), In assenza del re. Le reggenti dal XIV al XVII secolo (Piemonte ed Europa), Firenze, Olschki.

Ventrone P. (2003), “Fra teatro libro e devozione: sulle stampe di sacre rappresentazioni fiorentine”, Annali di Storia moderna e contemporanea, 9: 265-313.

Vernazza G. (1859), Dizionario dei tipografi e dei principali correttori ed intagliatori, Torino, Stamperia Reale.

Zappella G. (1986), Le marche dei tipografi e degli editori italiani del Cinquecento, Milano, Bibliografica.

Zotti Minnici C. A. (1994), Le stampe popolari dei Remondini, Vicenza, Neri Pozza.

CC-BY-NC-ND-4.0

Le texte seul est utilisable sous licence CC BY-NC-ND 4.0. Les autres éléments (illustrations, fichiers annexes importés) sont « Tous droits réservés », sauf mention contraire.

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search