Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

America oggi

Scritture indipendenti, neoautoriali, indie

American Indie: il caso di Jason Reitman. Intorno a Juno e Up in the Air

Hamilton Santià

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

Di cosa parliamo quando parliamo di cinema indie?

Il termine indie ha subito trasformazioni rilevanti che nel corso di alcuni anni ne hanno mutato via via il significato. Da pura contrazione di “independent” (e quindi indicatore di una qualsiasi espressione testuale, sia essa cinematografica, musicale o letteraria che agisce fuori da un sistema produttivo commerciale) a parola in grado di indicare, a seconda di chi la usa, un genere, uno stile o un più generale contesto che non si oppone più al mainstream, ma ne fa parte a vari livelli1.

Per quanto riguarda il cinema, sulla scia di Yannis Tzioumakis, uno dei principali studiosi del fenomeno, possiamo riferirci a tre grandi fasi2. La prima, che coincide principalmente con gli anni Ottanta, interessa il cinema indipendente come oggetto “di qualità” che agisce effettivamente fuori dai contesti produttivi e distributivi tradizionali e che comprende nei suoi esponenti di punta personaggi come Jim Jarmusch. Stile minimale e in chiaro dialog...

© Edizioni Kaplan, 2014

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter