Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Quarantotti Gambini e il cinema

 | 
Luciano De Giusti

Note ai testi

Texte intégral

1Le analisi degli adattamenti cinematografici riprendono e rielaborano in forma più articolata qualche passaggio contenuto in Luciano De Giusti, Trasmutazioni filmiche: tre romanzi di Quarantotti Gambini attraverso lo schermo, in Daniela Picamus (a cura di), Il tempo fa crescere tutto ciò che non distrugge, Fabrizio Serra Editore, Pisa-Roma, 2011.

2Cinema e letteratura. Domande a P. A. Quarantotti Gambini è apparso in «L’Europa letteraria. L’Europa artistica. L’Europa cinematografica», V, 26, febbraio 1964.

3P. A. Quarantotti Gambini, La calda vita: i pregi del film, è un testo dattiloscritto conservato nell’archivio dello scrittore presso l’Irci di Trieste. La sua stratificata elaborazione in varie stesure fa pensare a un proposito di destinazione pubblica di cui però non si è trovato riscontro.

4Le due lettere di Florestano Vancini a P. A. Quarantotti Gambini sono inedite.

5Il testo di Tullio Kezich, L’avventura produttiva de La rosa rossa, è un estratto della sua testimonianza Amicizia e lavoro, contenuta in Luciano De Giusti (a cura di), Franco Giraldi, lungo viaggio attraverso il cinema, Kaplan, Torino, 2006.

6Da questo medesimo volume è stato ripreso, con lievi modifiche e adattamenti, il testo di Franco Giraldi, La rosa rossa: ricordi della lavorazione, composto da dichiarazioni sul film rese in Conversazione con Franco Giraldi, a cura di Riccardo Costantini, Luciano De Giusti, Federico Zecca.

© Edizioni Kaplan, 2015

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540