Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Vittorio De Sica

 | 
Anna Masecchia

7. Recitare o l’arte dell’inganno

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

Lo scaltro e istrionico principe del foro che difende la “maggiorata” Maria Antonia nel Processo di Frine resta ancor oggi, insieme al maresciallo Carotenuto, tra i personaggi più noti e più amati di Vittorio De Sica. Non c’è dubbio infatti che gli anni Cinquanta siano per De Sica anni di nuovo vigore, benché la maggior parte dei saggi e degli articoli dedicati all’attore, quasi tutti di carattere elogiativo, mostrino una diffusa tendenza a soffermarsi maggiormente sulla prima stagione cinematografica, quella caratterizzata dai film cameriniani e dalla commedia “déco”, brillante o “regionale”. Se un attore è in qualche modo la sintesi tra una figura dell’immaginario che si impone allo spettatore e la macchina corporea che sa dare vita a questa figura, Vittorio De Sica – che pure ha ricalcato la sua immagine di divo su alcuni modelli hollywoodiani come quello del James Stewart di Frank Capra – incarna in questo senso una caratteristica più europea che statunitense, cioè la capacità d...

© Edizioni Kaplan, 2012

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540