Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Vittorio De Sica

 | 
Anna Masecchia

2. Buono per il sonoro!

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

Il 1932 è un anno cruciale per De Sica: è il momento in cui il cinema comincia a regalargli grande notorietà, in cui la carriera dell’attore teatrale diventa inscindibile da quella dell’attore cinematografico, che da qui al 1939 parteciperà a ben ventotto film. Proprio l’anno del suo definitivo esordio cinematografico viene fondata, soprattutto per volontà di Alessandro Blasetti e grazie al suo impegno per la “rinascita” del cinema italiano, la prima Scuola Nazionale di Cinematografia, con sede presso la Regia Accademia di Santa Cecilia a Roma. Il ’32 è anche l’anno in cui Emilio Cecchi, dopo la morte del coraggioso e intraprendente produttore Stefano Pittaluga, assume la direzione artistica della Cines. Nel tentativo di promuovere un cinema italiano di qualità, Cecchi ricorre ad autori di soggetti come Mario Soldati, Luigi Pirandello, Corrado Alvaro, Aldo De Benedetti. Il primo grande successo cinematografico di De Sica, Gli uomini, che mascalzoni..., regia di Mario Camerini, nasce...

© Edizioni Kaplan, 2012

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540