Version classiqueVersion mobile

Lost Landscapes

 | 
Paolo Simoni

Capitolo 4. Lo sguardo archivistico. La città che cambia nelle immagini di Luciano Osti

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

Panorami urbani

Se Marzadori filma la Bologna che vede e sogna, una città che guarda al futuro con speranza, un altro cineamatore, Luciano Osti, si preoccupa di filmare le trasformazioni del paesaggio, in particolare delle aree della città soggette al riassetto urbano, con il preciso intento di produrre una documentazione visuale e di restituire il ritratto della città tra gli anni Cinquanta e Sessanta. Marzadori mi ha permesso di introdurre la città amatoriale e attraverso le sue immagini sono state indicate le direzioni della ricerca, Osti ne amplia le possibilità dello sguardo sviluppando temi simili e mostrandone altri.

Della “città amatoriale” che stiamo indagando, con Osti cominciano a precisarsi forme e fisionomie. Il filmmaker, come nessun altro prima e dopo di lui, testimonia con la cinepresa uno status in transizione tra il “vecchio” – una Bologna che va scomparendo sotto i suoi occhi – e il “nuovo” – la prospettiva moderna che risana le ferite della guerra e lancia una tras...

© Edizioni Kaplan, 2018

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Volume papier

amazon.fr
Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search