Version classiqueVersion mobile

Lost Landscapes

 | 
Paolo Simoni

Capitolo 2. La città amatoriale

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

L’immagine (filmata) della città

Dalla “città archivio”, intesa come spazio urbano che emerge dalle immagini depositate, ma anche concepita essa stessa come archivio che mantiene le tracce del proprio passato1, prende forma l’ipotesi della “città amatoriale”. Con questa espressione, infatti, vorrei definire l’immagine della città che risulta dall’insieme, la giustapposizione, la stratificazione, il confronto e il “montaggio dinamico” degli sguardi dei suoi abitanti, che di volta in volta l’hanno filmata con la volontà di documentarne i luoghi, o semplicemente riprendendola come sfondo e spazio vissuto2.

Il concetto di “immagine della città” rimanda al classico studio di Kevin Lynch sulla percezione dello spazio urbano da parte degli abitanti3. Lynch, studiando le città americane di Boston, Los Angeles e Jersey City, e toccando seppure marginalmente i casi di città italiane (Firenze e Venezia), mostra che gli individui percepiscono l’ambiente urbano in cui si muovono attraverso element...

© Edizioni Kaplan, 2018

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Acheter

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search