Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Fana, templa, delubra. Corpus dei luoghi di culto dell'Italia antica (FTD) - 5

 | 
Emanuela Murgia

Emona

Ljubljana, Tržaška cesta 5

Emanuela Murgia

Texte intégral

Fonti epigrafiche

1CIL III, 13399; RINMS 11; EDR128985; Lupa 9237.

Iovi sac(rum)
C(aius) Fullius
Viator
v(otum) s(olvit) l(ibens) m(erito)
l(oco) d(ato) p(ublice).
«Consacrato a Giove. Gaius Fullius Viator ha assolto il voto volentieri e meritatamente. Luogo dato pubblicamente».

2Altare a Giove in calcare (45 × 24 – 20 × 16 cm. Alt. lett.: 4 [l. 1], 3-2,8 [altre linee] cm). L’altare fu rinvenuto contestualmente al seguente nel 1892, in Trzaska St. 5, di fronte al nuovo teatro, in occasione di lavori di manutenzione idrica alla profondità di 2 metri. Attualmente conservata presso il Narodni Muzej Slovenije – National Museum of Slovenia (n. inv. L 63). Il gentilizio è sconosciuto ad Aquileia e risulta attestato unicamente in questo caso (Nomenclator, s.v., Repertorium, s.v.). Viator frequente in Italia settentrionale, Noricum, Pannonia e Gallia Narbonensis (Kajanto 1965, 96, 362). Datato, su base paleografica, al I o al II secolo d.C. (RINMS) (fig. 66).

Fig. 66

Fig. 66

Ljubljana, dedica a Iuppiter (da Lupa 9237).

© DR

3CIL III, 13400; ILS 3285; RINMS 24; Šašel Kos 2008a, 692; EDR129003; Lupa 9243.

Neptun(o)
et Nymph(is)
pro
Cassia
Cleme-
ntilla
v(otum) s(olvit) l(ibens) m(erito).
«A Nettuno e alle Ninfe. Per Cassia Clementilla egli (o ella) ha assolto il voto volentieri e meritatamente».

4Altare a Nettuno e alle Ninfe in calcare (41,5 × 23-14 × 22-15 cm. Alt. lett.: 2,5-1,8, 2,8 [ultima riga sulla base] cm). L’altare fu rinvenuto contestualmente al precedente nel 1892, in Trzaska cesta 5, alla profondità di 2 metri, a 270 metri di distanza dalle mura settentrionali di Emona e 76 metri dalla strada verso il Noricum. Fu portata al Rudolfinum. Attualmente conservata presso il Narodni Muzej Slovenije – National Museum of Slovenia (n. inv. L 60). I Cassii risultano ben documentati in Italia settentrionale, nel Noricum e in Pannonia; è possibile che ad Emona costituissero una delle famiglie più influenti, in considerazione del fatto che P. Cassius Secundus assurse all’ordine equestre e forse al rango senatorio (RINMS). Datato al I secolo d.C. (RE suppl. XI, 565), forse più tardo (RINMS) (fig. 67).

Fig. 67

Fig. 67

Ljubljana, dedica a Neptunus e alle Nymphae (da Lupa 9243).

© DR

Bibliographie

  

Šašel Kos 2008a: M. Šašel Kos, «Divinities, priests and dedicators at Emona», in M.L. Caldelli, G.L. Gregori, S. Orlandi (a cura di), Epigrafia 2006. Atti della XIVe Rencontre sur l’épigraphie in onore di Silvio Panciera con altri contributi di colleghi, allievi e collaboratori, Roma 2008, 687-710.

Table des illustrations

Titre Fig. 66
Légende Ljubljana, dedica a Iuppiter (da Lupa 9237).
URL http://books.openedition.org/cdf/docannexe/image/5312/img-1.jpg
Fichier image/, 172k
Titre Fig. 67
Légende Ljubljana, dedica a Neptunus e alle Nymphae (da Lupa 9243).
URL http://books.openedition.org/cdf/docannexe/image/5312/img-2.jpg
Fichier image/, 174k

Auteur

Dott.ssa, Assegnista di ricerca, Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli studi di Trieste

© Collège de France, 2018

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540