Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

I viaggi di Veniamin

 | 
Ala Zuskin Perelman

I viaggi di Veniamin. Vita, arte e destino di un attore ebreo

Quarto interludio

Texte intégral

124 dicembre 1948. Istruttoria. Interrogatorio di Veniamin Zuskin.

  • 1 Koliazin, ed, Vernite mnie svobodu cit., p. 335.

2Zuskin: «La tragedia che ci colpì fu per me insostenibile».1 11-12 giugno 1952. Processo. Testimonianza di Veniamin Zuskin.

  • 2 J. Rubenstein, V. Naumov, eds, Stalin’s Secret Pogrom cit., pp. 396-397.

3Zuskin: «La bara con il corpo [di Michoels] arrivò in teatro […] Una grande folla venne a dirgli addio. Avrebbero sepolto l’attore Michoels, ma non Vovsi».2

 

49 febbraio 1952. Istruttoria. Interrogatorio di Veniamin Zuskin.

5Inquirente: «Il teatro ebraico faceva propaganda».

6Zuskin: «Il Comitato Antifascista Ebraico era subentrato al teatro…».

7Inquirente: «… anche lei ne era uno dei direttori».

  • 3 Koliazin, ed, Vernite mnie svobodu cit., p. 352.

8Zuskin: «Io ero un attore».3

 

911-12 giugno 1952. Processo. Testimonianza di Veniamin Zuskin.

10Zuskin: «Più di tutto voglio portare l’attenzione della Corte sul fatto che in tre anni e mezzo di istruttoria non è stato definito chi fosse Michoels e chi Zuskin. Nei materiali dell’istruttoria si dice che Michoels dirigeva il teatro ebraico e che dopo la sua morte Zuskin…».

  • 4 J. Rubenstein, V. Naumov, eds, Stalin’s Secret Pogrom cit., p. 384.

11Presidente: «È esattamente ciò che stiamo definendo qui [… ]4 Il compito della Corte è verificare la sua testimonianza».

12Zuskin: «Tutte le mie deposizioni sono false».

13Presidente: «In ogni caso, quando altri imputati l’hanno smascherata lei non ha detto che si sbagliavano».

14Zuskin: «Mi creda, i medici conoscono la mia condizione. Ho giorni in cui non riesco pronunciare parola… Vorrei fornire ancora una informazione. Granovskij è stato il direttore artistico del Teatro Ebraico per dieci anni, Michoels per diciannove. In totale fa ventinove anni, io sono stato direttore per pochi mesi. Chi ha deciso quale sarebbe stato il repertorio? Non io, perché io ero un attore […] Inoltre vorrei ribadire ancora una volta che non mi è stato concesso alcun confronto».

15Presidente: «Il confronto con i testimoni è concesso per chiarimento o per smascherare le persone. A che cosa sarebbe servito nel suo caso, visto che lei ha confessato tutto?»

  • 5 Ivi, p. 389.

16Zuskin: «Sono stato indotto a farlo».5

 

174 marzo 1952. Istruttoria. Interrogatorio di Veniamin Zuskin.

18Inquirente: «Ammette le sue colpe?»

  • 6 Koliazin, ed, Vernite mnie svobodu cit., p. 350.

19Zuskin: «Sì. In quanto membro del Comitato Antifascista Ebraico ho alcune responsabilità».6

 

2011-12 giugno 1952. Processo. Testimonianza di Veniamin Zuskin.

  • 7 J. Rubenstein, V. Naumov, eds, Stalin’s Secret Pogrom cit. p. 383.

21Presidente: «Imputato Zuskin, di che cosa si dichiara colpevole?».7

  • 8 Ivi, p. 394.

22Zuskin: «Sono un attore e sono colpevole di avere concentrato tutte le mie attività nel mio lavoro come attore».8

23Presidente: «Crede che all’interno del Comitato vi fossero nazionalisti convinti?».

24Zuskin: «Sì, che in seguito all’istruttoria si sono rivelati nazionalisti».

25Presidente: «In seguito all’istruttoria? Davvero non ne sapeva niente prima? Ha dichiarato che il teatro era un focolaio di nazionalismo».

  • 9 Ivi, p. 393.
  • 10 Ivi, p. 395.
  • 11 V. Naumov, Nepravednyj sud cit., p. 308.

26Zuskin: «È corretto, di nuovo, sulla base dei materiali che ho letto tra i documenti del caso.9 […] Non mi serve la vita. Per me, la detenzione è più terribile della morte. Desideravo soltanto una cosa, vivere fino al momento in cui mi sarei trovato di fronte alla Corte per dire tutta la verità.10 […] Vorrei descrivere alcune cose che non si trovano nei quarantadue faldoni dell’Istruttoria. Per cominciare vorrei parlare del funerale di Michoels».11

Notes

1 Koliazin, ed, Vernite mnie svobodu cit., p. 335.

2 J. Rubenstein, V. Naumov, eds, Stalin’s Secret Pogrom cit., pp. 396-397.

3 Koliazin, ed, Vernite mnie svobodu cit., p. 352.

4 J. Rubenstein, V. Naumov, eds, Stalin’s Secret Pogrom cit., p. 384.

5 Ivi, p. 389.

6 Koliazin, ed, Vernite mnie svobodu cit., p. 350.

7 J. Rubenstein, V. Naumov, eds, Stalin’s Secret Pogrom cit. p. 383.

8 Ivi, p. 394.

9 Ivi, p. 393.

10 Ivi, p. 395.

11 V. Naumov, Nepravednyj sud cit., p. 308.

Lire

Freemium

open access

Offert par L’éditeur de ce site