Version classiqueVersion mobile

La parata dei fantasmi

 | 
Alessandro Cappabianca

Premessa

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L’ouvrage pourra également être acheté sur les sites des libraires partenaires, aux formats PDF et ePub, si l’éditeur a fait le choix de cette diffusion commerciale. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont proposés sur cette page.

Extrait du texte

Il cinema è una parata di fantasmi, che non sanno ancora di essere destinati a diventarlo. Non a caso il titolo di questo libro echeggia alla lontana quello di un’opera che Peter Kral aveva dedicato anni fa ai comici del cinema muto, al burlesque, e che faceva riferimento a una parata di sonnambuli.1 Tra sonnambuli e fantasmi, infatti, c’è una certa affinità, almeno per il fatto che, di preferenza, vanno in giro la notte.

Queste modeste proposte aspirerebbero a porsi non come appunti in vista d’una filosofia del cinema, ma come suggestioni di una filosofia dal cinema, nel senso (non proprio modesto, questo) d’una filosofia che venga dal cinema, dal cinema come pratica significante, produttrice di fantasmi (un tempo li avevo chiamati spettr-attori) che non vogliono saperne di sembrare fantasmi: dunque non solamente da certi film. Importa rilevare, poi, il fatto che parlare di cinema tout court, in rapporto ai corpi, è alquanto riduttivo, visto che esistono anche tipi di cinema (per e...

© Accademia University Press, 2018

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search