Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Le anfore arcaiche dallo scarico Gosetti, Pithecusa

 | 
Norma Di Sandro

Conteggio finale complessivo dei frammenti

Texte intégral

1Ho schedato frammenti dallo Scarico Gosetti pertinenti complessivamente a 354 anfore. 244 schede sono pubblicate nel presente volume, mentre 110 schede, pertinenti ad anfore di epoca ellenistica oppure a frammenti non significativi, ne sono state escluse. I dati relativi a questi frammenti sono stati inclusi, tuttavia, nella tabella riassuntiva finale al fine di fornire un quadro esatto delle presenze di anfore nello Scarico Gosetti. Essi si suddividono come segue:

2anfore di tipo SOS: 31 frammenti (SG 17-37), relativi a brevi tratti di pareti;
lagynoi chioti: 2 frammenti (SG 142-143), inizialmente schedati per l’interesse presentato dalle anse bollate, succesivamente considerati non pertinenti allo studio.
anfore «chiote»: 8 frr. (SG 165-172) e un gruppo di 14 frammenti (SG 173): relativi a brevi tratti di pareti, sono stati riconosciuti attraverso la pasta, ma non conservano particolari tipolologici.
anfore di Rodi: 5 frammenti (SG 205-209), fra cui due anse bollate: le schede non sono state pubblicate perché i frammenti sono fuori dai limiti cronologici dello studio.
anfore di Taso: 2 frammenti (SG 210-211), la cui provenienza da Taso non è sicura. Come le anfore rodie, anche queste sono fuori dai limiti cronologici previsti per Ιο studio.
anfore di Kos: 1 frammento (SG 354): oltrepassa i limiti cronologici dello studio.
anfore locali ellenistiche: 58 frr. (SG 265-322), fra cui 19 anse bollate: oltrepassano i limiti cronologici del presente studio.
anfora ellenistica non locale: 1 frammento bollato (SG 226).
anfore greco-italiche: 1 frammento (SG 343) di ansa recante un interessante bollo: oltrepassa i limiti cronologici di questo lavoro.

3Ai frammenti schedati, pubblicati ο non, si aggiungono numerosissimi frammenti inclassificabili perché piccoli ο privi di qualsiasi elemento che possa permetterne il riconoscimento ο almeno una descrizione formale. Essi sono stati solo grossolanamente suddivisi in quattro gruppi in base alle caratteristiche generali degli impasti; i quattro gruppi sono, comunque, lungi dall’essere omogenei. Eccoli:

411 frr. di anfore corinzie A ο Β, ο samie;
63 frr. di anfore probabilmente fenicie;
22 frr. in argilla chiara, secca e dura, forse anch’essi relativi ad anfore orientali;
118 frr. misti, non raggruppabili perché privi di caratteristiche comuni.

© Publications du Centre Jean Bérard, 1986

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540