Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Music Video

 | 
Simone Arcagni
, 
Alessandro Amaducci

Parte prima

2. Cinegenerazionevideoclip

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

In questo capitolo non si intende passare in rassegna gli scambi tra music video e cinema, o fare la storia dei registi cinematografici (Martin Scorsese, John Landis, Derek Jarman, John Sayles, Todd Haynes, Michelangelo Antonioni ecc.) che si sono messi alla prova sul music video1, bensì proporre alcune riflessioni su un nuovo approccio estetico (che investe la società e la tecnologia) che caratterizza l’audiovisivo e che trova, nel music video da una parte e nel cinema dall’altra, i prodotti paradigmatici di questo cambiamento, frutto anche di un travaso continuo di idee, di canoni linguistici e di pubblico.

C’è una nuova generazione di filmmaker per cui la differenza tra video e pellicola non è un problema, e così tra video musicale e film e, spesso, tra documentario e videoarte. È una generazione che, piaccia o meno, filtra il proprio immaginario audiovisivo dal medium televisivo, che ha familiarità con i videogiochi e con Internet, abituata al concetto di velocità, di frammento, ...

© Edizioni Kaplan, 2007

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540