Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Il cinema che serve

 | 
Federica Villa

Parte seconda

Collaborazioni. Giorgio Bassani scrittore sceneggiatore

Texte intégral

  • 1 Racconto rilasciato durante una lunga intervista-lezione tenuta da Luciano Emmer presso l’Universit (...)

1Quando Luciano Emmer ricorda Giorgio Bassani nel ruolo del professore ne Le ragazze di Piazza di Spagna (1952) si arrabbia moltissimo. Sostiene che fu Sergio Amidei a volerlo a tutti i costi, a costringerlo, quasi, a indossare i panni di un signore distinto che, dalla finestra della biblioteca, prospiciente la piazza, guarda le tre modiste, le sfiora, e le racconta. Per il regista quel personaggio non doveva esserci e, soprattutto, Bassani non avrebbe dovuto accettare quella parte, stupida e insignificante1. Da parte sua lo sceneggiatore, oltre a proporre una figura che in qualche modo potesse evocare la propria presenza, avendo abitato quegli spazi sulla piazza a lui, dunque, così famigliari, con ogni probabilità, attraverso il personaggio del professore Bassani, voleva anche elevare la storiella lieve delle tre modiste, fermandola con uno sguardo altro, al tempo stesso partecipe e distante.

Notes

1 Racconto rilasciato durante una lunga intervista-lezione tenuta da Luciano Emmer presso l’Università di Torino per il corso di Storia del cinema italiano (DAMS, Scienze della Formazione), nella primavera del 2005.

© Edizioni Kaplan, 2010

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540