Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Fana, templa, delubra. Corpus dei luoghi di culto dell'Italia antica (FTD) - 2

 | 
Teresa Cinquantaquattro
, 
Gabriella Pescatori

Salernum (Salerno)

Scala, fraz. Minuta, aedes

Sylvia Estienne

Entrées d'index

Géographique :

Atripalda

Texte intégral

Fonti archeologiche

1Colonne e capitelli antichi in reimpiego nella chiesa della SS. Annunziata (XII sec.) potrebbero testimoniare, secondo V. Bracco in Inscrlt, I, 1, p. 95, la presenza di un tempio preesistente.

Fonti epigrafiche

2L’iscrizione è incisa su un blocco di marmo in reimpiego nel portale d’ingresso della chiesa della SS. Annunziata. Le dimensioni del blocco conservato (33 × 278 × 17 cm) e l’altezza delle lettere (22 cm) suggeriscono che si tratti di parte dell’epistilio recante la dedica del tempio.

3CIL X, 510 = InscrIt, I, 1, 170 (fotografia, p. 95) (fig. 62)

]lotus aedem f[

Fig. 62

Fig. 62

Scala, fraz. Minuta. Iscrizione del portale della chiesa della SS. Annunziata.

© DR

  • 1 D’Amato 1975.

4Bracco propone una restituzione col nome della divinità titolare, dopo la menzione aedem: F[ortunae], F[idei] o F[elicitatis]. Più verosimilmente si può pensare a f[ecit]. La soluzione proposta dal D’Amato: lotus aedem i[ngredere] deriva da una lettura erronea dall’ultima lettera1; lotus va piuttosto considerato come la fine di un cognomen del tipo Halotus, Zelotus o Melilotus.

5Datazione: I sec. d.C.

Bibliographie

D’Amato 1975: C. D’Amato, Scala, un centro amalfitano di civiltà, Atrani 1975.

Notes

1 D’Amato 1975.

Table des illustrations

Titre Fig. 62
Légende Scala, fraz. Minuta. Iscrizione del portale della chiesa della SS. Annunziata.
Crédits © DR
URL http://books.openedition.org/cdf/docannexe/image/3940/img-1.jpg
Fichier image/jpeg, 201k

Auteur

Maître de conférences en histoire romaine au département d’histoire de l’École normale supérieure, Paris

© Collège de France, 2013

Conditions d’utilisation : http://www.openedition.org/6540