Version classiqueVersion mobile
OpenEdition Books

Esposizione del processo della natura

 | 
Friedrich W.J. Schelling

Nota del traduttore

Andrea Dezi

Les formats HTML, PDF et ePub de cet ouvrage sont accessibles aux usagers des bibliothèques et institutions qui l'ont acquis dans le cadre de l'offre OpenEdition Freemium for Books. L'ouvrage pourra également être acheté sur les sites de nos libraires partenaires, aux formats PDF et ePub. Si l’édition papier est disponible, des liens vers les librairies sont également proposés sur cette page.

Extrait du texte

«…unde facilius et perfectius veniunt
ad habitum phylosophice veritatis
qui nichil unquam audiverunt,
quam qui audiverunt per tempora et
falsis oppinionibus imbuti sunt.»

Dante, De Monarchia,
liber primus, XIII

Questa traduzione viene pubblicata a distanza di poco tempo dall’uscita in Italia (2012) di un’altra versione italiana dello stesso testo schellinghiano. Il nostro lavoro potrebbe dunque apparire superfluo, se non inutile, nell’ambito di una comunità scientifica che, sostenuta anche da prestigiose istituzioni accademiche, si rivolge ormai da tempo con cura e sollecitudine, e negli ultimi anni indubbiamente con rinnovato vigore e zelo, agli studi e alle traduzioni schellinghiane.

Eppure abbiamo sentito l’esigenza, per così dire, di porre un argine. Crediamo profondamente nell’Accademia, nel suo valore, nel senso profondo del suo nobile ufficio, tuttavia siamo altrettanto convinti del fatto che la «cultura» (se ci si consente qui l’uso di questo termine senza ulteriori specificazioni, ...

Auteur

Dottore di ricerca in Filosofia. Laureato in Filosofia con lode all’Università «La Sapienza» di Roma, ha studiato in Germania, Francia, Russia. La sua attività scientifica è attualmente rivolta all’indagine di problemi ontologici e gnoseologici nella loro connessione alla filosofia della natura, secondo una visione sistematica e organica della filosofia in generale. Dal 2010 è condirettore della collana Initia Philosophiae presso l’Accademia University Press di Torino, per la quale ha tradotto e curato opere di F. W. J. Schelling e di V. S. Solov´ëv. Nel semestre invernale 2013 ha insegnato Filosofia Teoretica presso l’Università Statale F. M. Dostoevskij di Omsk (Russia).