Logo OpenEdition books

Editori

Kindle Reading
Hector Garcia - CC BY-NC-SA 2.0

La piattaforma OpenEdition Books

La piattaforma OpenEdition Books si rivolge alle case editrici universitarie pubbliche e private e alle istituzioni culturali che pubblicano opere di qualità nell’ambito delle scienze umanistiche e sociali. Ha come ambizione quella di costruire una biblioteca internazionale per le digital humanities, incoraggiando gli editori ad aderire nel lungo termine alla politica dell’accesso aperto.

La piattaforma valorizza la produzione scientifica relativa a tutte le aree culturali, tutti i periodi storici e le grandi lingue scientifiche. OpenEdition Books diffonderà 1000 libri nell’estate 2013 e ogni anno si arricchirà di 2000 libri supplementari.

Modelli di diffusione

Aderire a OpenEdition Books significa partecipare a un programma innovativo che sviluppa un vero e proprio modello economico per l’accesso aperto. Questo programma, chiamato "OpenEdition Freemium per i libri", consiste nella commercializzazione, presso biblioteche e istituzioni, di servizi e prodotti derivati da un’opera distribuita in accesso aperto.

Gli editori partner di OpenEdition Books possono infatti proporre le proprie collane sulla piattaforma scegliendo tra due modelli di diffusione:

  • in accesso aperto Freemium: i contenuti sono disponibili in accesso aperto per tutti nel formato HTML, e scaricabili nei formati PDF ed ePub per gli utenti degli enti che hanno acquistato le opere;
  • in accesso esclusivo: i contenuti sono accessibili solo agli utenti degli enti che hanno acquistato le opere nei formati HTLM, PDF ed ePub.

Almeno il 50% del catalogo di ogni editore presente su OpenEdition Books viene proposto in acceso aperto Freemium. Non più del 50% dei titoli potrà essere oggetto di diffusione in accesso esclusivo. Gli editori sono fortemente incoraggiati da OpenEdition Books a diffondere il maggior numero possibile di opere in accesso aperto, anche oltre la percentuale obbligatoria del 50%. Una volta che l'opera è stata messa a disposizione in accesso aperto, essa non potrà più essere distribuita in accesso esclusivo. È un impegno sul lungo termine che ci assumiamo nei confronti delle biblioteche. Al contrario, se l’opera è stata pubblicata in accesso esclusivo, sarà in seguito possibile metterla a disposizione in modalità Freemium.

I formati PDF e ePub di tutti i libri sono inoltre disponibili per la vendita ai privati tramite OpenEdition nonché attraverso una serie di librerie partner (iBookStore, Amazon, Fnac.com, Immateriel.fr).

Una piattaforma che nasce da un programma di digitalizazzione

OpenEdition Books è il risultato di un programma di digitalizzazione e di codifica di fondi editoriali (1000 libri), lanciato nel 2011 e finanziato dal ministero della Ricerca e dell’Insegnamento superiore francese. Nell’autunno 2012 e grazie a un finanziamento dello Stato francese (Équipement d’excellence), è stato avviato un secondo e più ampio programma, chiamato “15 000 libri”, con la pubblicazione di un primo bando rivolto agli editori.

Numerosi editori hanno già risposto a questo invito e le loro opere saranno pubblicate nel corso del 2013: Institut de recherche pour le développement, Éditions de l’École normale supérieure, Société des océanistes, Presses de l’université de Perpignan, Centre français d’archéologie et de sciences sociales di Sanaa...

Un consorzio di editori

OpenEdition Books riunisce un consorzio di trenta editori composto principalmente da case editrici universitarie pubbliche francesi. OpenEdition Books accoglie però anche editori universitari e accademici privati e non francesi. Essi partecipano, con l’équipe di OpenEdition, a una riflessione comune sui servizi offerti dalla piattaforma. Il consorzio ambisce ad accogliere tutti gli editori che aderiscono a OpenEdition Books.

Vedi anche: